Utente 358XXX
Buongiorno Gentili Medici;

ho accusato qualche tempo fa una botta alla zona pelvica, ( potete vedere il mio consutlo alla stessa su questo sito credo) dove il medico competente nella materia, mi ha dato ottimi consigli; devo pero' dire che ora ( e non so se conseguezialmente a quella botta o no) accuso problemi erettivi, di raggiungimento e di mantenimento ( faccio fatica a ottenere un erezione, e senza stimolazione manuale non la raggiugno, e la perdo nel giro di veramente pochi secondi se cessa la stimolazione manuale) volevo sapere, se la botta nella zona della pelvi, che puo' aver interessato anche il muscolo pubbococigeo puo' esserne, una causa, in alcuni siti, ho visto esercizi per aumentare il tono, anceh allo scopo sessuale, e anche a quello di aumentare il sangue che va ai corpi cavernosi, ma non bisogna prednere per oro colato tutto cio che il web dice, quindi mi rivolgo a voi, sito serio, fatto da professionisti seri, come fatto appunto in passato

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lasci stare botte e muscoli che col deficit erettivo poco hanno a che a fare. Intanto serve vedere se il suo problema ha cause: ormonali, prostaiche, metaboliche, circolatorie, neurolocighe o psicologiche. Consulti esperto collega,. fatto questo vi sarà terapia.
[#2] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
grazie caro dottore, lei è uno di quelli che parla chiaro ( ho visto suoi precedenti consulti, prima di fare questa domanda) quindi mi sta dicendo che la zona pelvica non entra nel meccanismo erettivo, manco con mancanza di tono muscolare ecc, che puo essersi formato? e che la circolazione in quei punti per quanto vicini al pene, non è inficiata da possibili traumi? se è cosi sconfessa quindi indirettamente l'ultitià per qunato riguarda l'erezioni deglil esercizi di kegal? grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Sconfesso totalmente gli esercizi di Kegel per questi scopi, che servono solo a prendere coscienza di come sono messe lòe cose, e che vengono prescritti da psicologi (non da medici) nel corso di terapie sessuali mansionali di coppia o indibviduali.
[#4] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
grazie dottore, ho notato una cosa, in fase di masturbazione, ho problemi a mantenerla se "mollo la presa" ma riesco a mantenerla se mollo, ma stringo le gambe ( facendo cosi il pene si irrigidisce e sta su) è normale tutto cio?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faticoso
[#6] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
faticoso e impraticabile di certo, ma chiedevo se era una cosa normale, o è una particolarità mia ( scusi la domanda che puo sembrare sciocca)
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
normale neanche un po. Meglio farsi vedere
[#8] dopo  
Utente 358XXX

Iscritto dal 2014
ah capisco, ripeto se mollo la mano, ma tengo strette le gambe l'una sull altra ( come nell atto di chiudere in una morsa) resta eretto, da qui ho anche la "Paranoia" che possa c'entrare con la botta che ho preso alla zona pelvica, nel senso che ...... magari si è indebolita la zona, e non riesco a mantenere, l'erezione, ma stringendo la zona stessa, esercito la forza necessaria, ma lei pero' mi pare di aver capito escude questo
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
I dati che continua mandare sono ininfluenti a fini diagnostici. Si faccia vedere