Testosterone basso e problemi di erezione

Buongiorno,

vorrei un vostro parere. Ho avuto dei fenomeni di perdita di erezione e calo della libido, per questo ho fatto le analisi su consiglio dell'andrologo ecco i valori

Prolattina: 271.20
LH: 4.05
FSH: 9.08
SHBG: 26.6
Testosterone libero: 8.7
Testosterone legato: 2.05
BHCG: 0.10

Altri dati: ho avuto criptorchidismo monolaterale con orchidopessi e un volume testicolare leggermetne ridotto.

La domanda è: questi fenomeni dipendono dal testosterone basso o da ipogonadismo? Se si come dovrei comportarmi.

Il medico sostiene sia da stress e passeggero, mi ha segnato al bisogno il levitra orosolubile.

Pensate inoltre che fare bodybuilding potrebbe comunque aiutarmi ad aumentare i livelli di testosterone in maniera naturale?

Vorrei un vostro parere sulle analisi e un consiglio.
Grazie

Giulio
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Gentile lettore,

all'ultimo quesito posta un sintetico ma preciso sì; alle altre questioni poste, in verità complesse, possiamo semplicemente dirle che in presenza di problemi testicolari, ipogonadismo compreso, il testosterone può avere livelli ematici al di sotto della norma.

Ma si ricordi che anche lo stress abbassa il testosterone ematico.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-nel-trattamento-della-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html


https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-il-desiderio-sessuale-che-fare-quando-viene-a-mancare.html

Un cordiale saluto.


Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

la ringrazio per la sua precisa risposta. Quello che le chiedo sinceramente è quale sarebbe la sua diagnosi, ovviamente indicativa, sulla base dei valori indicati e dei fenomeni accaduti?

Cosa mi consiglierebbe?
So di dovermi rivolgere al mio medico, ma vorrei conoscere il parere di altri esperti per confrontarlo.

La ringrazio se vorrà rispondermi.
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Gentile lettore,

il mio parere, in una situazione specifica e particolare, come sono tutte le situazioni cliniche che un medico valuta, è che bisogna, prima di sparare una diagnosi od indicare una strategia terapeutica, fare una attenta e precisa valutazione clinica diretta.

Ancora un cordiale saluto.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Sono pienamente d'accordo. E' questo il motivo per cui ho fornito un anamnesi di quanto è accaduto, i valori ematici, e il mio vissuto. Lo specialista ha fatto i riscontri necessari e mi ha detto che è dovuto allo stress, la mia domanda era riferita al fatto se devo preoccuparmi per i valori riscontrati e considerando il criptorchidismo infantile o se posso stasera sereno e superato il periodo di stress insieme all'inizio di attività fisica posso serenamente risolvere questo aspetto.

Avevo bisogno solo di una considerazione, mi perdoni se ho arrecato disturbo o non sono stato professionale.
[#5]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,1k 1,2k 1k
Gentile lettore,

ha già una diagnosi precisa ed io in parte glielo confermata: ".. si ricordi che anche lo stress abbassa il testosterone ematico."

Segua ora con fiducia le indicazioni ricevute dal suo urologo od andrologo di riferimento che sicuramente sono mirate a risolvere "serenamente" il suo attuale problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test