Utente 371XXX
Carissimi Dottori,

io (31 anni) e mia moglie (29 anni) stiamo cercando da circa 2 anni di avere un bimbo con rapporti mirati (solamente nell'ultimo anno)

Inizialmente mia moglie ha fatto una visita ginecologica, la quale non ha riscontrato nessuna anomalia.

La ginecologa ha consigliato a me di effettuare uno spermiogramma per valutare la qualità del liquido spermatico.

Lo spermiogramma è stato a detta del mio medico "non bellissimo":

Numero Spermatozoi: 8.3 10^6/ml
Totale Spermatozoi eiaculati: 29.1 10^6
Mobilità : 51%
Progressivi: 23%
Non progressivi: 28%
Immobili: 49%

Visto lo spermiogramma, il medico ha consigliato una visita urologica, che ha riscontrato un varicocele sinistro di 3 grado.

Successivamente ho fatto un secondo spermiogramma che è andato meglio:

Numero Spermatozoi: 22.4 10^6/ml
Totale Spermatozoi eiaculati: 134 10^6
Mobilità : 71%
Progressivi: 55%
Non progressivi: 16%
Immobili: 29%

Il test di frammentazione del dna spermatico può dare indicazioni sulla decisione di intervenire chirurgicamente sul varicocele in modo da migliorare la qualità del liquido seminale ?

Grazie anticipatamente per la risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

direi che in questa fase è necessario valutare la situazione ormonale (FSH, LH, E2, PRL, Testosterone totale) e quindi ripetere l'esame seminale almeno dopo 7 giorni dal primo e comunque entro tre mesi, il tutto per avere un quadro più completo e quindi per decidere se vale la pena intervenire sul varicocele. servirebbero anche i dati della partner (età eventuali patologie, cicli regolari ecc.)

Un cordiale saluto