Utente 375XXX
Buonasera,
Di seguito lo spermiogramma eseguito da mio marito.
Volume: 2,7 ml
Colore: bianco-grigiastro
Fludificazione: completa
Viscosità : nella norma
Spermatozooi per ml: 16 milioni
Spermatozoi per eiaculato: 43,20 milioni
Motilità tot a 60 min: 50%
Rapidamente progressivi (tipo A): 2%
Lentamente progressivi(tipo B): 28%
Non progressivi(tipo C):20%
Forme normali: 2%
Forme anormali: 98%
Anomalie della testa: 68%
Anomalie del collo; 30%
Anomali del flagello: 1%

Da 2 anni siamo alla ricerca di una gravidanza (io ho 33 anni e lui 36) mai arrivata.

Mio marito fa uso giornaliero di cannabis in modo continuato da circa 15 anni.
Può aver compromesso la qualità del suo sperma?

È una situazione reversibile sospendendone l uso?

Grazie per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

la cosa migliore è convincerlo di confrontarsi con lo specialista per valutare se esistono patologie in grado di alterare la sua fertilità e quindi per capire fino a che punto l'uso giornaliero di cannabis possa influire sulla quantità e la qualità del suo liquido seminale.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la cortese risposta.
Siamo seguiti da qualche mese da un centro per la cura dell infertilitá e ci avviamo verso una ICSI.
Purtroppo nei diversi colloqui non sono mai riuscita a portare alla luce la questione.
E dubito avrò il consenso di mio marito per farlo perché rifiuta ogni tipo di confronto sulla questione.
Per questo mi sono rivolta a voi in prima battuta.
Sa darmi qualche indicazione in più? Per convincerlo ad indagare oltre.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
l'esame presenta una astenoteratozoospermia ed una concentrazione nei limiti bassi della norma, senza insistere sul fumo, serve fare una visita per valutare quali patologie possano aver influito su tale situazione e quindi poi "da cosa nasce cosa".

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Ribadisco: é già seguito da uno specialista e gli é stata prescritta una terapia.
Volevo solo sapere gli eventuali, se ci sono, effetti della cannabis sullo sperma.
Grazie in anticipo e nuovamente.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se è già seguito dallo specialista e non vi sono patologie, rimane da sapere quali terapie gli sono state prescritte , tuttavia gli effetti sono difficili da valutare se non si ha un tempo zero ( esame seminale prima del'uso di c) su cui confrontarsi, tuttavia è risaputo il ruolo negativo indotto da un aumento dei radicali liberi e da una azione diretta dei cannabionoidi sulla membrana spermatozoaria inducendo un calo della vitalità e della motilità e quindi sulle capacità fecondanti degli stessi.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la disponibilità.