Utente 565XXX
Salve, qualche giorno fa, durante l'allenamento di kicboxing accidentalmente ho "incassato" il pollice della mano, sferrando un colpo. Il risultato è stato un dolore anche se sopportabile, che avvertivo solo quando lo muovevo, che per 2 giorni non mi ha permesso di piegare il pollice. Ora a distanza di quasi una settimana il dolore lo avverto solo quando cerco di serrare il pollice (non chiuderlo). Penso che non ci sia nessun tipo di frattura, perchè il dolore non è molto ne continuo, ed il gonfiore non mi sembra eccessivo, inoltre il colore della pelle non è cambiato, nemmeno si è arrossato, ne diventato scuro. Il gonfiore e il dolore, lo avverto tra il metacarpo e la falange proprio nella giuntura. Mi è successa una cosa analoga mesi fa quando ho preso una botta però al alluce durante l'allenamento, stessi sintomi, il fatto è che mi è passato il dolore solo dopo parecchi mesi, l'unica cosa che rimane è un rigonfiamento, quella che si definisce volgarmente "gomma". Quando tocco l'alluce, pare che attorno, si sia formato un rivestimento gommoso. Visto che vorrei evitare la stessa cosa nella mano, volevo un consiglio su cosa fare. E sopratutto cercare di capire di cosa si tratta, per non sottovalutare il problema.
Alcune persone mi hanno consigliato di andare da qualche massaggiatore specializzato per rimuovere queste "gomme". Anche se, non so quale massaggiatore possa fare una cosa del genere. è forse necessaria un'operazione chirurgica?(spero proprio di no)
Vi ringrazio per la vostra cortese attenzione.
Distinti Saluti
Andrea

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione del trauma potrebbe trattarsi di una distorsione della metacarpo-falangea del pollice. Vi sono vari gradi di lesione, per cui è indispensabile che si rivolga al più presto (=oggi) al Pronto Soccorso Ortopedico della Sua città per valutare l'entità del danno. La cura va dalla semplice immobilizzazione temporanea (con una stecca, o con un gesso o con un tutore) fino all'intervento chirurgico. Nella parte dell'articolazione verso la mano c'è un legamento (leg. collaterale ulnare) che serve a dare la stabilità all'articolazione nelle prese della mano, quando ad esempio si afferra una bottiglia. Questo legamento può semplicemente "stirarsi" ma può anche lacerarsi con/senza frammento osseo. L'urgenza è determinata dal fatto che la cura (e il risultato) può cambiare in base al tempo trascorso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 565XXX

Iscritto dal 2008
Gent. Dr Umberto Donati, grazie per la sua risposta. Come da lei consigliato sono andato al Pronto Soccorso Ortopedico della mia città. Purtroppo però, tutto ciò che mi è stato detto, in un controllo a vista approssimativo, che si trattava di una distorione, Ho fatto anche una radigrafia e fortunatamente non cè nulla di rotto. Nonostante abbia esposto il problema non è stato accennato alla possibilità di traumi, lesioni, o la necessità di gesso o un tutore; ma solo riposo e l'assunzione di qualche antidolorifico.
Visto che nella sua risposta dettagliata mi ha parlato anche di una possibiità che il legamento si sia stirato o lacerato, vorrei andare da uno specialista, sperando stavolta di avere una visita che mi dia delle risposte. Devo rivolgermi quindi a un ortopedico?
Il dolore e il gonfiore oggi è leggermente diminuito quando serro il pollice. La mia preoccupazione, è non riuscire a guarire e tornare al 100% delle funzioni del pollice
Grazie per la sua attenzine
Cordiali Saluti

Andrea
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Se si trattava di un Pronto Soccorso Ortopedico, presumo che Lei sia stato visitato già da uno specialista ortopedico. Se poi durante la visita lui ha testato la stabilità dell'articolazione sollecitando il legamento confrontandola o meno con l'altro pollice devo pensare che Lei ha riportato una semplice distorsione (anche il fatto che stia migliorando a così pochi giorni dal trauma mi fa essere ottimista). Se vuole avere un secondo parere, si faccia consigliare dal Suo Medico Curante un ortopedico specialista in Chirurgia della Mano.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 565XXX

Iscritto dal 2008
Salve, vi riscrivo perchè dopo mesi, mi si è ripresentao il problema.
Il pollice a destra, ha subito un altro colpo in allenamento. Dopo aver aspettato la guarigione e diverse settimane di inattività, ho ripreso settimana scorsa. A fine allenamento un colpo non forte, ha riportato dolore e gonfiore.
Mentre in quello sinistro un mese e mezzo fa era successo una cosa analoga. Ora mi chiedo se non siano le mie mani ad essere predisposte a infortuni.
Il giorno dopo che è successo l'incidente mi sono recato da un altro ortopedico. (il precedente mi aveva solo detto di aspettare che si trattava solo di una contusione)

Ecco l'esito:

- Tumefazione con arrossamento della metacarpo falangea del primo raggio della mano DX. in verosimile esito di trauma.
- alla metacarpo falangea del primo raggio della mano SX. lassità del collaterale ulnare.

prescrizione di indagine ecografica bilaterale ed applicazione di tutore per primo dito a dx e volfast bustine

Ora non so quale possa essere la soluzione per risolvere il problema, visto che neanche il tempo ha impedito di risolvere il trauma. Inoltre ora che cè una lassità nel collaterale ulnare sono preoccupato per il recupero della mano.
C'è quindi una soluzione, per far tornare attivi entrambi i pollici? Essendo uno sportivo mi sono indispensabili.

Grazie per la vostra attenzione
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
I pollici sono indispensabili per chiunque. Come vede lo specialista consultato attualmente ha confermato la lassità del legamento collaterale ulnare che io avevo sospettato già nella mia risposta del 10 settembre. Non penso che Lei abbia qualche difetto ai pollici, ma piuttosto che lo sport che Lei fa sia troppo violento. Se è soggetto a distorsioni senta dal Suo allenatore se e come fare un taping (=bendaggio con cerotti) prima di ogni allenamento. Per il resto si affidi all'ultimo ortopedico, che mi sembra che abbia l'occhio allenato per la mano-
Spero di essere stato esauriente
Cordiali saluti