Utente 377XXX
Salve sono un ragazzo di 21 e premetto subito che sono molto ansioso è proprio grazie a questa che ho vissuto una brutta esperienza. È passato ormai un anno e mezzo dal mio primo attacco di panico ,in quella circostanza non sapendo cosa fare mi recai di corsa all'ospedale. Mi fecero tutte le viste di routine (ecg lastre ai polmoni) e mi somministrarono una flebo per calmarmi. Ed è proprio dopo la flebo che riscontrai un problema. Infatti appena la tolse l'Infermiere lasciò aperta la farfallina sopra l'ago e sentii dell'aria nel braccio fino a provocarmi dolore alla zona del cuore. Mi contrassi subito e dopo poco passò. Ora da quella sera ho paura che sia successo qualcosa di grave e la mia ansia peggiora il tutto. Aggiungo che da allora ho fatto molte visite cardiologiche e pneumologiche tutti con esiti fortunatamente nulli. Ho raccontato a molti questa mi vicenda e tutti quanti mi hanno detto di stare calmo e che sarei morto sul colpo se ci fossero state complicanze,ma io ho paura lo stesso è per questo chiedo a voi specialisti cosa possa essere. Inoltre ho sintomi persistenti i quali sono : agitazione perenne ,dolori muscolari ,dolore al petto ,sbandamento ,dispnea e a volte tachicardia ( gli ultimi due solo in determinati momenti e se ci penso). Il problema è che i sintomi li avevo anche prima del fatidico giorno essendo io ansioso di natura. La mia domanda è questa possa io aver un embolo di qualsiasi genere? Attendo una risposta perché ho cercato molto in rete senza avere risposte. Grazie e arrivederci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
non posso che confermarle quello che le è già stato detto....non c'è alcun problema da ricondursi all'episodio che riporta. Anche i suoi sintomi sono tutti da ricondurre alla sua ansia, che essendo patologica necessita di intervento specialistico. Si rivolga quindi a uno psichiatra che saprà sicuramente aiutarla decisamente più di quanto non possiamo fare noi cardiologi.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Prima di tutto grazie per l'attenzione che mi ha rivolto. Sono già in terapia con farmaci specifici per l'ansia,ma la mia paura era radicata a quel fastidioso evento. Lei quindi esclude che si possa essere formato qualche embolo e che siano dei sintomi frutto della mia somatizzazione? Scusi di nuovo e buona giornata . Arrivederci
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Assolutamente....