Utente 377XXX
Salve, sono un ragazzo di 30 anni, conduco uno stile di vita un po sedentario, fumo qualche sigaretta ma non bevo non prendo caffè e non ho altri vizi, sono ipocondriaco e soffro da tempo di ansia e attacchi di panico più o meno costanti, mi rivolgo agli esperti di cardiologia per via di un episodio ricorrente riguardo una "fitta" se cosi può essere definita, che avverto in situazioni di sforzo fisico, nel lato sinistro del petto, non riesco a localizzare con precisione il punto di origine di questo dolore, che arriva a rispondermi anche al collo e in alcuni punti dietro la schiena e sotto l'ultima costola sempre nel lato sinistro..il dolore aumenta all'aumentare della respirazione (piu lo stomaco si riempie di aria piu il dolore aumenta), dal momento in cui mi fermo esso continua per una decina di secondi fino a scomparire nel giro di 30-40 secondi, ci tengo a precisare che al momento della comparsa del dolore aiutavo un mio amico in alcuni lavori manuali, ed ero in canottiera all'aria aperta...il giorno dopo ho fatto allenamento in casa, con 20 min di step molto intenso, flessioni e addominali, e il dolore non si è ripresentato, immancabilmente si ripresenta il giorno dopo con 2 minuti di palleggi con un pallone.
A febbraio ho effettuato visita specialistica dal cardiologo, eco color doppler risultato nella norma, e analisi del sangue effettuate 3 mesi fa, anch'esse nella norma, l'ultimo elettrocardiogramma sotto sforzo risale a circa un anno e mezzo fa, di seguito i risultati degli ultimi esami:

L'esame ecocardiografico eseguito in m mode, 2d e color doppler ha messo in evidenza normali spessori e ispessimenti sistolici delle pareti ventricolari con cavità cardiache normali come diametro tele diastolico e d esenti da immagini riferibili a strutture patologiche o immagini in plus e con normale frazione di eiezione a riposo. La valvola mitrale si presenta di normale morfologia e movimento. La morfologia della valvola aortica è normale con i tempi sistolici e non presenta segni patologici valvolare. La radice aortica è di normale diametro ed escursione. l'atrio sinistro si presenta di normali dimensioni come normale è l'apparato valvolare polmonare e tricuspide. normale lo spessore ed il movimento del setto.l'esame bidimensionale in movimento in tutte le proiezioni conferma la buona cinesi ventricolare e segmentaria.
L'analisi doppler del flusso trans mitralico mostra il pattern classico del flusso diastolico normale. normali le altre velocità di flusso.
L'analisi del doppler tissutale sull'anulus mitralico presenta normali velocità delle fibre miocardiche. La deformazione del muscolo cardiaco (strain) e la velocità con cui si verifica la deformazione miocardica (strain-rate) è normale per ogni segmento misurato.
Il tracciato color non presenta anomalie di codificazione in colore.

Pressione arteriosa 120/70
posso fare qualche altro esame per escludere eventuali problemi cardiaci? ho paura di avere qualche aneurisma aortico

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Un aneurisma a 31 anni è molto improbabile, e comunque i sintomi che lei riferisce sono abbastanza suggestivi di dolori intercostali. Non si preoccupi, e si limiti a un anti-infiammatorio generico, casomai le ri-capitasse!
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottoressa, innanzitutto la ringrazio per la risposta, che mi ha molto tranquillizzato, l'unico dubbio che mi rimane, è assocciato a delle extrasistole sporadiche e problemi di dispnea notturna, caratterizzati da dei veri e propri sbalzi nel momento in cui sto per addormentarmi, mentre tengo spesso sotto controllo sia la pressione arteriosa (nella norma) che la frequenza cardiaca, quest'ultima soggetta a variazioni giornaliere che vanno da un minimo di 57 bpm dopo un po di inattività (seduto o sdraiato) fino ad un max di 90-95 bpm dopo i pasti, questi episodi di dispnea ed extrasistole che vanno a periodi, possono essere riconducibili a situazioni di ansia-stress? oppure la causa potrebbe essere un altra?

Grazie mille per l'eventuale risposta.

Cordiali Saluti