Utente 377XXX
Gentili dottori
Ho 33 anni e da circa cinque anni ho degli episodi di tachicardia palpitazioni e senso di svenimento e sudorazione che durano dai cinque ai venti minuti e mi capitano soprattutto sotto sforzo ma anche a riposo, cioè mi succede che faccio uno sforzo tipo una salita e alla fine inizio a sentirmi male, come una sensazione di oppressione al petto e di cuore che sfarfalla e comincio a sentirmi come se stessi per perdere conoscenza da un momento all'altro. Ho fatto diversi test tre ecocardiocolordoppler, tre holter incui purtroppo non sono stata sinsintomatica e due test da sforzo da cui non è emerso nulla solo extrasistole sopra ventricolari, solitarie. Ora la domanda che volevo porvi è posso stare tranquilla per le aritmie maligne? Ho paura quando mi capitano questi fenomeni di andare in arresto cardiaco e di star mi covando qualche aritmia maligna tipo Brugada o la displasia aritmogena o di avere una coronaropatia o una malformazione alle coronarie. Sto aspettando l'esito di un holter delle 72 ore,attualmente.
Grazie se vorrete rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sue supposizioni non hanno nulla di razionale. Credo che le indagini cardiologiche già eseguite siano state prescritte e visionate da un cardiologo, che sicuramente ha escluso quel che lei sospetta....La diagnosi della causa dei suoi disturbi può essere formulata solo documentandoquel che succede durante i sintomi che riporta e quindi l'unico possibilità che ha è di fare Holter seriati preferibilmente di lunga durata (come ad esempio quello dei 7 giorni) o applicare un loop recorder esterno che registra l'attività cardiaca fino a un mese con possibilità di attivazione mediante segnalazione da parte del paziente nel momento in cui ha i sintomi...
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta, in effetti il cardiologo che mi segue mi aveva ventilato la possibilità del loop recorder. Volevo domandarle, ma se avessi qualche aritmia maligna si sarebbe visto con tutti i test che ho fatto o è possibile di no? Purtroppo il problema è che mi capita spesso. Mi sono scordata di dire che ho effettuato anche un tilt test anche quello negativo, così come gli elettroliti e gli ormoni tiroidei che erano normali e soffro di reflusso gastroesofageo ed ernia iatale e gastrite cronica e sono una parziale non responder agli inibitori di pompa protonica.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le aritmie maligne in genere si associano a risultati ecocardiografici non normali (e non mi sembra suo il caso)....ci sono poi aritmie secondarie a patologie solo elettriche che in parte possono essere diagnosticate con l'ECG (e anche in questo caso le sarebbe stato detto)...Alla fine le sue paure non hanno molto di razionale....perchè allora non temere per l'insorgenza di una neoplasia o di tante altre malattie di vitale importanza ???? Così creando i presupposti per una vita qualitativamente inaccettabile ?????
Si tranquillizzi, faccia quanto le è stato programmato e poi si vedrà il da farsi in base alla diagnosi.
Saluti