Utente 288XXX
Egregio dottore
consigliato da mio urologo per la mia eiaculazione precoce ho preso per la prima volta priligy 30 mg, ho seguito le istruzioni,ma la pressione mi si alzata fino a 190 la massima e 120 la minima.il risultato non è stato quello sperato anzi il rapporto è durato meno del solito. vorrei chiederle se esistono altre cure o metodi per avere un rapporto soddisfacente.
aggiungo che la mia ep l'ho sempre avuta sin da ragazzo ,ora ne ho 65 ,ho provato solo ora a curarla perchè in effetti solo ora se ne parla di questo problema.
le chiedo se la prostata ingrossata ne è causa ? ma come gia' detto il problema esiste da quando ero ragazzino. mi devo rassegnare?
io non credo comunque che la causa sia riconducibile ad un fattore psicologico in quanto provando a masturbarmi in totale tranquillità ha dato sempre lo stesso risultato di ep.
la ringrazio per quanto vorrà dirmi




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la EP precoce prevede una terapia comportamentale (di allenamento) associata ad una terapia farmacologica. Considerato che l'eiaculazione e quindi l'orgasmo consistono nell'attivazione di un riflesso controllato dal sistema nervoso. Viene da se che tanto più precocemente si comincia la cura migliore sono i risultati, quindi nel suo caso è molto complesso il percorso da seguire per cercare di migliorare il disturbo considerati anche gli effetti collaterali della terapia. La causa del suo disturbo non può essere correlata all'ingrossamento fisiologico della prostata.