Utente 379XXX
Buonasera a tutti, ho 19 anni e premetto che credo di essere un po' ipocondriaco, ultimamente mi è stata diagnosticata una pubalgia per la quale sono ancora in cura ma non credo che conti molto con il resto, aggiungo anche che nell'ultimo mese sul glande è apparsa una piccola macchia bianca che a volte scompare (più che macchia alone) e che comunque mi sono fatto controllare da uno specialista venerologo/dermatologo che ha confermato non essere nulla di preoccupante ne tantomeno patologico. Ho detto questo perché per questo problema sul glande ho prima consultato internet malauguratamente in modo errato il che mi aveva fatto preoccupare davvero tanto per le ipotesi uscite fuori prima della visita! Detto questo vado al dunque, hanno attirato la mia attenzione sul pene due cose che mi ricordo avere da tanto tempo, minimo due anni se non di più, una è una vena/nervo/cordicella (non saprei come definirla) che è sottile come uno spaghetto è che parte dalla parte bassa del pene, nella facciata inferiore (quella rivolta verso terra), seguendola con la mano ad un tratto curva fino a sparire quasi a metà asta, questo percorso lo riesco a seguire solo quando il pene è in erezione, in riposo c'è comunque ma è difficile da seguire con il dito fino alla fine (a vista non riesco a distinguere nessuna vena colorata ne altro), nelle altre domande ho letto che potrebbe essere il normale sistema neuroqualcosa (scusate l'ignoranza)! L'altro dubbio è su una specie di protuberanza di circa 5-6 mm a metà dell'asta che al contrario è più percettibile in semi-riposo piuttosto che in erezione durante la quale la perdo di vista in quanto si presenta una vena (non so se al suo posto, è questo il problema!) o piuttosto in posizione di completo riposo dove è difficile distinguerla se non impossibile! Al tatto non è dura, ma si capisce che è sotto pelle perché muovendo la pelle lei rimane ferma come le vene insomma ma il mio dubbio nasce dal fatto che non sembra una vena! Infatti è come una piccola protuberanza che al tatto presenta come un piccolo dosso sotto pelle che però non mi sembra più duro ripeto al resto della carne dell'asta! Questo secondo problema non so se non ci ho fatto caso io o cosa ma di sicuro è minimo un annetto che c'è! Entrambe le situazioni non mi recano nessun tipo di fastidio/dolore/prurito in qualsiasi situazione. Aggiungo anche se può servire che ho da sempre il pene un po' curvato verso il basso! Per favore potete darmi una risposta sono molto in ansia per queste cose che mi sono (non so perché) domandato soltanto ora! Grazie in anticipo attendo risposta! Ps: non riesco a ricordare se ultimante o un po di più invece risultano un po' più "pompate" le vene principali che risultano essere visibili con più facilita (solo da un lato). Scusate per le troppe domande ma sono dubbi che mi tormentano!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

dalle molte ed un pò confuse notizie che ci fornisce, si può forse pensare ad una flebite ma le ricordo che, in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.