Utente 943XXX
Salve, a volte sento fastidio nella zona inguinale sx fino al testicolo sx. Mi sono rivolto al mio medico di fiducia, nella quale mi ha visitato, e nel momento, non ha notato la presenza. Mi ha chiesto di manipolare sul testicolo per verificare se, oltre ad aver dolore, se sente al tatto una superficie non liscia, e se del caso, fare poi un’ecografia. Ho fatto questo manipolazione e non sento a volte delle differenze tra quello sx e quello dx. Voglio premettere, che lavoro parecchie ore in piedi, e la mia età è di 37 anni. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non capisco questo fatto che il Suo Medico le avrebbe consigliato di "farsi delle manipolazioni". Non capisco che sarebbero nè tantomeno il loro scopo. La diagnosi differenziale fra ernia inguinale e varicocele è alla portata di un qualsiasi Studente di Medicina dal 3° anno in poi. Le consiglio di contattare nuovamente il Suo Medico curante, fermo restando che, se anche in questo nuovo consulto insiste con il suggerirLe delle manipolazioni, sarà il caso di farsi una passeggiata alla Sua ASL di appartenenza e scegliersi un altro Medico di fiducia, magari meno impegnato e più disponibile (di proposito non ho detto più bravo).
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
da anni mi occupo di ..."educazione alla salute" in campo oncologico e sulla controversa utilità della AUTOPALPAZIONE (seno, testicoli...)ho anche avuto modo
di presentare relazioni a Congressi di Oncologia e scrivere articoli ad uso mediatico.
Per la prima volta mi trovo di fronte...ad un invito al paziente (incolpevole ovviamente).......a "farsi delle manipolazioni" per formulare addirittura una diagnosi differenziale !
Condivido lo stupore del prof. Martino.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com