Utente 381XXX
Salve, sono una ragazza di 21 anni con un problema enorme da risolvere: i peli neri sul viso. Ho sempre avuto una peluria sul viso e in particolar modo alle basette, mentre sul resto del volto era ''sopportabile'' e non tanto evidente. Così a 14 anni inizio delle sedute laser (non so di che tipo) presso un centro estetico e le porto avanti per 4 anni senza ottenere alcun risultato. Il problema è che quando ho smesso con quel trattamento ho iniziato con cerette e pinzetta con la conseguenza che ora mi ritrovo con peli (e non più peluria!) su guance,basette, collo e mento! Per me rappresenta un problema e un disagio enorme, soprattutto psicologico, così ho deciso di chiedere informazioni circa luce pulsata/laser a diversi dermatologi ottenendo diverse risposte. Mi hanno proposto: luce pulsata, laser ad alessandrite e laser a diodo. Come faccio a capire con quale macchinario potrei ottenere buoni risultati? Qual è la differenza tra i tre? Sono talmente disperata che mi accontenterei anche se i peli diminuissero o diventassero più sottili e chiari! Aggiungo che ho capelli neri e quindi peli neri, pelle chiara (non chiarissima), sono normopeso e non ho problemi ormonali nè sono risultati problemi a tiroide,ovaie e surreni dalle ecografie.
Inoltre vorrei sapere se è proprio necessario passare un regolabarba (il regolabarba fa un po' impressione sul viso di una ragazza!) sui peli prima di una seduta di luce pulsata o laser. Grazie a chi risponderà
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile ragazza,
la capisco ma il problema che lei espone è molto diffuso e non è colpa sua è colpa di una scarsa regolamentazione esistente in Italia circa questo argomento, affrontato come una banalità estetica e pertanto gestito dalle più disparate figure professionali mediche e non.
A meno che sussistano fattori predisponenti importanti, quali problemi endocrinologici, ed a meno che suoi peli non siano adatti a trattamenti con la luce, esempio se fossero biondi o rossi, di solito le apparecchiature laser danno ottimi risultati. Devono però essere macchinari all'avanguardia e di buona marca e qui viene la difficoltà dell'utenza a poter capire se si è in buone mani o meno: spesso neppure alcuni medici conoscono a fondo le differenze che possono passare tra un laser ad Alessandrite normal mode ed un laser q switched, quindi immaginiamo quanto caotico possa essere il mercato.
Per la luce pulsata, che è una tecnologia più grossolana rispetto al laser e che funziona meno, il problema è aggravato dalla possibilità di essere utilizzata anche da personale non medico con tutte le considerazioni che ne derivano.
Come faccio di solito scrivendo su questo forum le consiglierei pertanto una consulenza da un medico esperto in trattamenti con la luce: dal mio punto di vista i migliori laser per il viso sono l'alessandrite ed il diodo, purchè di marca top di gamma, quindi costruiti negli Stati Uniti. Sono laser molto costosi (più di 50 mila euro) e pertanto le sedute hanno un costo superiore rispetto a quello richiesto nei cosiddetti "centri estetici" ma ovviamente il risultato è differente: non ho mai trattato un paziente per 4 anni. Se il laser funziona finisco molto prima altrimenti gli comunico che per ora non è responsivo al trattamento. Per la luce pulsata il discorso è più o meno lo stesso, con l'aggravante che le ditte che producono le macchine sono più numerose e le figure che le utilizzano ancor più disparate. Anche in questo caso gli apparecchi migliori sono costruiti in USA od in Israele e sono ad esclusivo uso medicale (le apparecchiature per estetisti dovrebbero essere depotenziate per legge).
Spero che queste nozioni le possano essere d'aiuto per orientarsi
Cordialissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2015
Grazie infinite dottore. La sua risposta mi è di grande aiuto!

Per quanto riguarda l'uso di un regolabarba per accorciare i peli del viso prima del trattamento cosa mi può dire? Io mi sono bloccata proprio quando il dottore ha tirato fuori quell'attrezzo, mi ha molto impressionata! Ho paura di ritrovarmi in una situazione peggiore se mi radono i peli con delle lame!E' questa la giusta modalità di operare?
Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
La procedura corretta è quella : la luce deve incontrare il pelo in sede pertanto dovrebbe rasarli come la barba. Non tema che la rasatura possa determinare un rafforzamento del fusto perché non è vero: i peli non si modificano in conseguenza di ciò.
Cordiali saluti