Utente 121XXX
Buongiorno, sono un cicloamatore, spesso leggo che questa pratica può dare problemi (so di alcuni amici che ne hanno), in media faccio due uscite settimanali brevi (1 ora ciascuna) e una lunga (5 ore), mi chiedo:
- cosa si può fare per ridurre i rischi? (ho già una sella con il buco, come d'altra parte ormai hanno tutti).
- ci sono dei segnali che indicano che meglio sospendere l'attività? (in una stagione mi capita un paio di volte di sentire la zona intorpidita, tutto torna normale cambiando posizione in sella, oppure, sempre raramente, un leggero bruciore alla minzione dopo un'uscita, anche in questo caso si risolve in giornata.)
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la problematica é antica ma i rimedi sono sempre più aggiornati e vedo che anche lei si adegua.In assenza di sintomatologie genito urinarie significative, tenendo conto che lo sforzo fisico induce una maggior concentrazione urinaria,mi limiterei a periodici controlli specialistici.Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2016
grazie per la risposta, posso chiedere cosa si significa "concentrazione urinaria"?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...lo sforzo fisico promuove la formazione della mioglobina che rende le urine più "pesanti" e ...colorate.Cordialità.