Utente 363XXX
salve dottore ho 46 anni ho una malocclusione : ho il morso aperto anteriormente cioè gli incisivi sperioriori non toccano i denti inferiori quando chiudo i denti. L'apertura è di qualche mm, il dentista mi ha detto che è un problema della mascella.
Volevo sapere se posso risolvere questo problema o devo rimanere così, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Il morso aperto è di due tipi: funzionale e scheletrico.
Quello funzionale dipende da atteggiamenti scorretti e parafunzioni, accadute in particolare in età pediatrica (succhiamento del dito, deglutizione atipica, interposizione della lingua ecc.), che hanno sventagliato i denti frontali.
Questo morso aperto si può trattare ortodonticamente, con l'ausilio di terapie logopedistiche e miofunzionali.
Il morso aperto scheletrico dipende invece da una forma congenita sfavorevole delle basi ossee , in particolare della mandibola: l'angolo formato dalla parte orizzontale della mandibole e quella verticale é ottuso. In questo caso é necessario l'intervento anche del Chirurgo Maxillo Facciale.
Sarebbe necessario poter vedere almeno una teleradiografia del cranio in proiezione latero-laterale
Eventualmente può riproporre il quesito nella sezione di Chirurgia Maxillo Facciale di questo sito.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 363XXX

Iscritto dal 2014
salve dottore ho 46 anni, ho un problema di malocclusione il cosidetto morso aperto. L'apertura tra gli incisivi superiori e inferiori è di circa un mm. Volevo sapere se posso fare qualcosa se dovessi fare l'intervento quanto mi costa o paga il ssn ,grazie.
[#3] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf
28% attività
20% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Credo volesse seguire il mio consiglio di postare il quesito in Chirurgia Maxillo Facciale, ma ha erroneamente proseguito qui.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il "morso aperto" è una descrizione statica di una condizione, non di una patologia.
Di per se, in una età che rappresenta "il mezzo del cammin di nostra vita", non rappresenta una indicazione al trattamento.
Tantissime persone convivono benissimo senza alcun tipo di problemi con un morso aperto.

Se ci sono problemi il discorso cambia.
Non è tanto correggere il morso aperto l'obiettivo di una possibile terapia, ma piuttosto ridare la funzionalità corretta all'apparato orale.
E' in questa ottica che vanno viste le varie possibilità perapeutiche a disposizione, che schematicamente (MOLTO SCHEMATICAMENTE) possono ricondursi a questi filoni:

* compenso protesico della discrepanza
* compenso gnatologico della discrepanza (bite)
* compenso ortodontico della discrepanza (apparecchio)
* compenso chirurgico della discrepanza (intervento)
Questi tipi di compenso possono (e spesso lo sono) associati fra di loro.

Ho parlato di discrepanza: ma questa non deve essere intesa in senso statico (correzione del morso aperto), ma dinamico, di movimento della mandibola.

Sempre se se ne ravvisa la necessità (presenza di disturbi o di probabili disturbi futuri), cosa tutt'altro che scontata.

La figura professionale di riferimento è lo gnatologo, descritta in questo link:
http://www.medicitalia.it/consulti/Chirurgia-maxillo-facciale/471690/Malocclusione
Sarà lui che effettuerà la diagnosi e chiederà l'intervento di altre figure professionali, se lo riterrà necessario.


[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente potrebbe per cortesia dirci la motivazione che la spinge a pensare ad un intervento chirurgico?
Si vede brutta? I denti superiori che sopravanzano di un millimetro gli inferiori non mi sembra gran cosa dal punto di vista estetico.
Oppure ha problemi funzionali?
Se chiarisce questo aspetto vedrà che le risposte dei professionisti saranno identiche.
Grazie per la precisazione
[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente Lei scrive "L'apertura tra gli incisivi superiori e inferiori è di circa un mm."
Cerchi su google "Caratteristiche fisiologiche occlusali della dentizione permanente SIDO".
La SIDO è la Società Italiana di Ortodonzia l'autorità scientifica in materia. Cerchi all'interno del file http://www.sido.it/modules/progetti/Prevenzione%20ortopedodontica.pdf (clicchi su continua ed apri il sito) all'interno dell'articolo troverà "Caratteristiche fisiologiche occlusali della dentizione permanente" e leggerà che 1-2 mm overjet ed overbite è la situazione fisiologica. sa cosa vuol dire? che se i denti superiori sopravanzano di un millimetro (o due) i denti inferiori E' NORMALE. Come vuole correggere la normalità? Perché? Di sicuro il Suo dentista avrà elementi ulteriori per suggerire ortodonzia o chirurgia....
[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente ma quando dice che:

salve dottore ho 46 anni, ho un problema di malocclusione il cosidetto morso aperto. L'apertura tra gli incisivi superiori e inferiori è di circa un mm.

L'indicazione che Le ho dato è sbagliata (stavolta è capitato) il morso aperto è quando i denti non toccano a bocca chiusa i superiori e gli inferiori stanno aperti. Se il problema è solo estetico provi a dare un'occhiata qui http://www.danieletonlorenzi.it/atm/rialzare-la-masticazione-con-ceramiche-o-senza-limare-i-denti-gli-overlay-dentali/ (vada su continua ed apri). Se il problema è solo estetico (di un millimetro) ci pensi potrebbe essere una buona soluzione, se è presente deglutizione atipica o altri problemi gnatologici la cosa va riconsiderata.
Saluti
la prego nella replica 6 ci sono inesattezze consideri questa.