Utente 385XXX
Buongiorno.
In seguito ad un incidente in moto ho effettuato, dietro consiglio del medico di base, una RMN al ginocchio destro che mi causava dolore e impossibilità di appoggiare la gamba.

Cortesemente, vorrei una "traduzione" in termini un po' più semplici del referto della RMN e la terapia consigliata per il pieno recupero dell'articolazione, considerato che oggi decorrono le due settimane dell'incidente e, sebbene il movimento del ginocchio sia ovviamente ridotto, riesco a camminare sulla gamba destra, evidentemente per pochi passi, senza provare alcun tipo di dolore.

"L'esame RM del ginocchio destro ha mostrato:
Edema spongioso post-contusivo del versante postero-superiore del condilo femorale esterno.
Infarcimento edematoso emorragico del III medio-prossimale del legamento collaterale mediale da interessamento traumatico distrattivo in fase subacuta di grado II."

Ringraziando anticipatamente per la cortese risposta, porgo i miei più cordiali saluti
[#1] dopo  
382191

Cancellato nel 2017
Gentile utente,
Il referto della risonanza magnetica evidenzia due situazioni:
- una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale
- una contusione ossea con edema della spongiosa del condilo femorale esterno (la parte del femore più esterna che articola con il ginocchio)
Entrambe le cose generalmente hanno una buona prognosi quindi il trattamento dipende molto dal tipo di sintomi che lei ha in questo momento e dalla stabilità del ginocchio alle manovre che si effettuano durante la visita specialistica.
Parlando in generale si può dire che una lesione di secondo grado del collaterale mediale guarisce solitamente in 20-25 giorni. Il cosiddetto edema osseo può essere del tutto asintomatico oppure può diventare l'anticamera di situazioni un po' più complesse il cui trattamento consiste nella Magnetoterapia e chinesiterapia, ma prima di affrontare queste terapia bisogberebbe verificare di aver superato la fase acuta legata al trauma (proprio perché molto spesso la cosa si risolve da sola).
Spero di esserle stato di aiuto.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dott. Caramagno,
la ringrazio molto per l'attenzione prestatami.
Mi auguro che la guarigione faccia il suo corso e di non avere complicazioni che possano richiedere le terapie da lei indicate ma, se così dovesse essere, mi permetterò di disturbarla nuovamente.

Nuovamente grazie e buona giornata !
[#3] dopo  
382191

Cancellato nel 2017
Prego!
Buona guarigione