Utente 823XXX
Salve. Scrivo perchè molto preoccupato da una febbre che dura da 15 giorni. Premetto che tutto è iniziato dopo una conferenza dove sono stato esposto per due giorni ad aria condizionata. Nei giorni successivi a tale conferenza mi sentivo stanco, nessun sintomo tranne questo, e proprio per questo motivo credo di aver trascurato la cosa per i primi 5 giorni, poi vista questa continua stanchezza ho iniziato a misurare la temperatura, trovandola molto alta. Circa 38.5-39. Dopo 2-3 giorni di paracetamolo, mi sono recato dal mio medico della mutua, che mi ha prescritto 3 compresse Zitromax 500 in 3 giorni e paracetamolo.
Dopo alcuni giorni sempre nelle stesse condizioni, mi sono recato al pronto soccorso, dove mi hanno fatto RX al torace e visitato.

"Anamnesi pronto soccorso: Torace Simmetrico, espansibile. Basi polmonari mobili. Suono chiaro polmonare nell norma. Murmure vescicolare nell'ascoltazione fisiologica. Non linfoadenopatia lc. non placche alla gola."

La febbre si abbassa con il paracetamolo in circa 1ora e mezza. Poi torna dopo 5-6 ore.

Ora sia il mio medico di base sia il pronto soccorso mi prescrivono Augmentin cpx 3 al giorno x 7 giorni e continuare con paracetamolo.

Vorrei capire se ho qualche chance di guarire, spero per i primi di ottobre.

Qualcuno può aiutarmi a chiarirmi le idee, cosa succede?? Si va a tentativi? Non capisco che succede e sono molto preoccupato.
Grazie




[#1] dopo  
Dr. Marino Ganadu
24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Non e' che si va a tentativi, la pratica prevede che si inizi una terapia antibiotica cosiddetta ad ampio spettro nell'ipotesi di colpire i germi piu' comuni. In genere se non si hanno risultati dopo non meno di tre giorni di terapia, si cambia strada. Se dopo il secondo tentativo non si ha successo, si comincia ad indagare in modo piu' approfondito. Qui sarebbe gia' il caso.