Utente 381XXX
Salve. Innanzitutto ringrazio per il servizio che offrite, anche in questa stagione così afosa.
Premetto che soffro d'ansia e sono in cura.
Da diversi anni soffro di extrasistole ventricolari. All'inizio grande paura, ora quasi non ci faccio più caso. Aumentano coi periodi di stress. Eseguiti diversi holter nel corso del tempo ed ecocardiogrammi, che parlano di extrasistole benigne e rare.
La scorsa primavera ne avvertivo qualcuna in più, ma nulla di che. Ora sono diminuite. Il problema è che mi è capitato due volte (a distanza di diversi giorni) di sentire (non so bene come descrivere la sensazione) come un continuo sfarfallio del cuore, come se le extrasistole fossero più di una.Il tutto dura qualche secondo. Mentre prima avvertivo il tuffo in gola e poi un battito secco, ora avverto appunto diversi tuffi (2 o 3) Dò un colpo di tosse e tutto sembra tornare alla normalità. Ma mi sono spaventata, non essendomi mai accaduto prima d'ora.
L'ultimo ecocardiogramma è dell'anno scorso ed era tutto nella norma. ll cuore è sano.
Vi chiedo: possono essere pericolose?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
capita che possano verificarsi delle salve di exs.
E verosimile che sia da riferire a queste la sensazione che descrive lei.

Non sono più pericolose di quelle isolate: forse più fastidiose.
Le raccomandazioni per ridurle sono le stesse: non fumare, non eccedere col caffè, evitare ansia e stress.

Cordiali saluti.