Utente 368XXX
Salve.mio figlio di 3 Anni e mezzo ieri ha avuto un piccolo intervento per il condotto lacrimale. Fatta anestesia.io non potevo entrare perché sono in gravidanza.quinoi è entrato il mio compagno ma.ha detto che è andato tutto ok.addormentato subito con la maschera.dopo un ora uscito.al.risveglio come tutti i bambini molto nervoso.ma quello che mi ha preoccupata la febbre subito a 40...che nel.giro di sei ore non è mai scesa.aveva male alla.pancia molto forte dolori alle gambine e alla.gola.brividi e prlle a puntini...e mentre tutti gli altri bambini massimo mezz'ora e giocavano lui a letto dopo 7ore a patire.lasciamo state che nessun dottore lha visitato.ma alla fine incazzandomi perché mio figlio stava male mi hanno chiamato un dottore.ci hanno dimesso un ora dopo con febbre a 38...e questi dolori dicendomi è una cosa strana magari ha preso l.influenza.l'influenza?ma se prima Dell.operazione stava benissimo?io.non me la.bevo.poi mi hanno chiamato a casa dicendomi magari non bisognava mandarlo via.come sta ora?.Ma forse è stata una cosa del risveglio della.anestesia...lei lo tenga sotto controllo............mi spieghi qualcuno cosa è successo a mio figlio? Ora dorme.e.sta bene fortunatamente.grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signora, certamente io il bambino non lo avrei dimesso, perchè quella febbre, diciamo non usuale, potendo avere svariate spiegazioni, andava monitorata.
La descrizione che Lei fa dell'episodio fa pensare ad un fenomeno sovrapposto casualmente all'intervento anche se il bambino prima stava bene, ma non abbiamo gli elementi per poter fare una diagnosi, se qualcuno deve spiegare questi sono i medici che si sono occupati di lui in sala operatoria ed in reparto.
Se il bambino ora sta bene ed è senza febbre diciamo che è tutto a posto, ma ricordi di segnalare all'anestesista la cosa sempre e comunque se mai dovesse essere operato di nuovo nella vita.
Esiste una patologia ereditaria che si manifesta dopo una anestesia, e lo fa con febbre altissima e svariati altri disturbi: è l'Ipertermia maligna, che si manifesta talvolta anche con forme fruste ossia non nella forma più grave. Tale patologia ereditaria si accompagna ad un aumento del CPK ( è un esame del sangue), e spesso ci sono dei precedenti nelle famiglie.
Spero di esserle stata di aiuto, saluti.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Quindi cosa dovrei fare?qualche esame per vedere se è questa malattia rara.?che io sappia in famiglia non è mai successo.grazie mille almeno ora ho una risposta corretta e onesta.Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, la predisposizione genetica alla insorgenza della Ipertermia maligna è una eventualità rara e gravissima, ho fatto solo una ipotesi di lavoro cui anche io credo poco perchè, da un esame a posteriori di come sono andate le cose, mi par di capire che suo figlio ha avuto febbre ieri ed ora sta bene senza grossi interventi medici, ed in genere non va così. Tuttavia richieda la cartella clinica che deve contenere anche il cartellino di anestesia, e se il CPK non è stato fatto se lo faccia prescrivere dal suo medico e lo faccia.

http://anestit.unipa.it/siaarti/iperframe.htm
Su questo link può trovare informazioni qualificate sull'argomento.
Saluti.