Utente 383XXX
Buonasera, vi espongo il mio problema.

Premetto che soffro di ansia, sono finita due volte al pronto soccorso e quindi ho eseguito due elettrocardiogramma in circa una settimana, l'esito era perfetto e non hanno ritenuto necessario eseguire ulteriori esami più approfonditi.
Ho consultato anche un cardiologo che, sapendo l'esito negativo dei due elettrocardiogramma eseguiti, mi ha auscultato e mi ha detto che il cuore è perfettamente sano e che non c'era bisogno di fare ulteriori accertamenti.

Io convivo da circa 3/4 mesi con un oppressione toracica e talvolta fitte sulla parte sinistra o destra del torace.
Ora ho iniziato una terapia farmacologica per l'ansia (Zarelis 75) e da alcuni giorni noto che i battiti sono leggermente accelerati, e non riesco a capire se possa essere un effetto del farmaco o un problema cardiologico (l'oppressione, seppur diminuita, c'è sempre).

Potrebbe essere una patologia di origine cardiaca?

Vi ringrazio per il servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il farmaco che lei sta assumendo può dare quei disturbi e di solito si associano sempre benzodiazepine all inizio.
Escluderei una genesi cardiaca dei suoi sintomi
Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per avermi rassicurata dottore.
Ogni volta che avverto strette al petto mi spavento tantissimo e penso che magari c'è qualcosa che non è stata rilevata dall'elettrocardiogramma e che avrei dovuto approfondire, ma penso che questo tipo di pensiero sia tipico delle persone ansiose.

La ringrazio ancora.