Utente 827XXX
Salve,
subito dopo la nascita del mio bimbo hanno notato un''ernia inguinale, in una struttura ospedaliera volevano operarlo a 4 mesi ma ho consultato un altro dottore che mi ha consigliato di aspettare perchè a quell''età l''anestesia è più pericolosa. Ora il mio bimbo ha 21 mesi e pesa 10Kg, cammina corre salta e quindi noto che a volte viene fuori l''ernietta (non sempre dipende anche dal periodo ad esempio quando è un po'' stitico) anche se in questo caso il dottore mi ha spiegato come intervenire e cmq solitamente rientra da sola appena il piccolo si sdraia.
Faccio molta attenzione al bimbo controllandolo spesso vorrei sapere se considerata l''età ed il peso del bambino posso attendere ancora o se è necessario intervenire chirurgicamente. Preciso che mi è chiaro che prima o poi l''ìintervento andrà fatto vorrei solo capire in quale momento bisogna intervenire avendo avuto pareri diversi.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
capisco la sua preoccupazione, ma il difetto che suo figlio presenta è congenito e pertanto non si risolverà spontaneamente e nè con il tempo. L'ernia inguinale, come le avranno spiegato, è dovuta alla pervietà di una comunicazione tra l'addome e lo scroto (dotto peritoneo-vaginale). La persistenza della suddetta comunicazione determina il passaggio di contenuto intestinale nel canale inguinale.
Ovviamente, la riduzione spontanea della tumefazione non è segno di guarigione ma solo che il difetto è di dimensioni tali che consente la riduzione dell'ernia.
Essendo il difetto congenito, l'unica possibilità terapeutica è l'intervento chirurgico (erniotomia inguinale) che consiste nella chiusura della comunicazione e nell'asportazione del sacco erniario.
Per quanto riguarda la tempistica, le suggerisco di sottoporre il bambino all'intervento. Sebbene, al momento l'ernia inguinale sia riducibile, nei neonati e nei lattanti il rischio di intasamento dell'ernia è molto alto. Per intasamento si intende una mancata riduzione dell'ernia inguinale e che comporterebbe un intervento chirurgico in regime di urgenza.
Ovviamente, l'intervento in elezione deve essere eseguito presso un centro pediatrico ed, in considerazione dell'età del suo bambino, in regime di Day Surgery, con dimissione nella stessa giornata dell'intervento.
[#2] dopo  
Utente 827XXX

Iscritto dal 2008
Rispondo con notevole ritardo e la ringrazio solo ora per la risposata.
Mio figlio è stato sottoposto ad intervento chirurgico appena raggiunto i 24 mesi. E' andato tutto bene e siamo tornati a casa la stessa sera dell'intervento. Nel giro di pochi giorni è tornato alla sua vita (giochi) normale.
[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri
36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Grazie per avermi aggiornato.
A sua disposizione per ulteriori chiarimenti.
Buona serata.