Utente 392XXX
Buongiorno, vorrei esporvi un quesito.Soffro da diversi anni di prostatite cronica abatterica on dolore pelvico cronico (testicolo destro), Attualmente il mio andrologo mi ha prescritto xatral (per gocciolio post minzionale) e laroxyl per il dolore testicolare. Diciamo che la cura sta avendo dei risultati, tant'è che il fastidio sgocciolio è quasi scomparso. Il flusso dell'urina è regolare, vale a dire che mi sembra sempre lo stesso. L'unica cosa è che forse l'azione di urinare avviene in maniera ritardata, vale a dire intorno ai 7 secondi. Secondo voi è norale questa cosa? il mio andrologo mi dice che non ha importanza effettuare una uroflussometria, ma l'andrologo che mi seguiva prima me l'aveva prescritta, premetto che non sono mai riuscito ad effettuare l'uroflussometria proprio perchè ho un blocco a livello psicologico, che non mi permette di farla di fronte ad un imbuto e mentre la gente che attende. Voi cosa mi consigliate? ho paura di avere una sclerosi del collo vescicale.
grazie per l'ottimo servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tranquillo e segua le indicazioni cliniche appena ricevute.

Se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali particolari problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

http://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Dr Beretta la ringrazio per la risposta. Dunque un'attesa del genere ad iniziare la minzione può considerarsi normale oppure è da addebitare a una prostatite o ad una sclerosi del collo vescicale?

grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La sua esitanza ad iniziare la minzione sembra, da quello che ci racconta, su base comportamentale, psicologica.

Ancora un cordiale saluto.