Utente 967XXX
Egregi Dottori, ho 32 anni, con peso circa di 100 per 1,87 cm di altezza. Da un paio di giorni avverto problemi con l'erezione durante rapporti con la mia compagna che pregiudicano il rapporto stesso.
Il problema è il seguente: all'inizio del rapporto ho un erezione normale anche se rispetto ai giorni scorsi è più lente. successivamente, durante il rapporto, il pene diventa meno rigido anche se riesco a continuare il rapporto.
A seguito di ciò, se ci fermiamo e ci masturbiamo a vicenda, l'erezione ritorna normale, per poi ridursi dopo alcuni secondi dalla penetrazione. Inoltre ho notato che la riduzione dell'erezione capita anche quando durante il rapporto cambiamo posizione, in quel lasso di tempo il pene perde rigidità.

Prima di rivoglermi ad un andrologo, attendo qualche giorno in modo da verificare se è un sintomo passeggero o meno?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
sapere se è passeggero servono capacità divinatorie, certo che meghlio aspettare almeno un mesetto, poiché il 75% dei maschi spermenta periodi transitori deficitari, ma solo nel 13% il problema persiste.
[#2] dopo  
Utente 967XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dottore, sono trascorsi alcuni giorni dalla Sua risposta e diciamo che la situazione sembrerebbe lievemente migliorata. Ulteriore cosa strana è la diminuzione del desiderio sessuale, cose che fino a 20 giorni fa era in eccesso. A tal proposito, dopo aver (probabilmente sbagliando) consultato alcuni siti, ho trovato i sintomi di cui soffro di recente, in un elenco dei sintomi della prostatite. Più precisamente riporto l'elenco dei sintomi che ho trovato evidenziando quelli di cui soffro di recente:

1.Dolori nella zona pubica;

2. Fastidio Testicolare, come una sensazione che i pantaloni siano stretti

3. Diminuzione del desiderio sessuale; SI

4. Leggera perdita dell’erezione; SI

5. Dolore tra lo scroto e l’ano; SOLO UN LIEVE FASTIDIO SALTUARIO

6. Eiaculazione precoce;

7. Ansia da prestazione (l’ho messo tra i sintomi, ma può benissimo essere una conseguenza della prostatite o addirittura una causa)

8. Fastidio o dolore durante o dopo l’Eiaculazione;

9. Eiaculazione diminuita di intensita’ e di quantita';

10. Tremore all’interno del retto;

11. Dolore acuto e bruciore sulla punta del pene;

12. Dolori e fastidi lungo le fasce interne delle cosce.

13. Possibile Eiaculazione con tracce di Sangue ;

14. Esitazione e difficolta’ nell’urinare; SOLO ESITAZIONE E POCA PRESSIONE

15. Aumento della frequenza urinaria; NON SEMPRE

16. Sgocciolio Terminale; SI

17. Sensazione che la vescica non sia completamente vuota; TALVOLTA SI


In merito ai sintomi suindicati, per un visita specialistica, a quale specialista dovrei rivolgermi, un urologo o andrologo? Inoltre lei cosa ne pensa dei sintomi che avverto?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Diciamo che è ora di sentire andrologo o urologo con specifiuche conoscenze andrologiche. Molti dei sintomi depongono per una infiammazione prostatica, ma sapere se è vero è altra cosa e serve vista dal vivo
[#4] dopo  
Utente 967XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la celere risposta.
Mi rendo conto di essere stato poco chiaro e rispettoso nei Suoi confronti, pertanto riporto i sintomi che si stanno manifestando in questo periodo:

1. Diminuzione del desiderio sessuale;

2. Leggera perdita dell’erezione;

3. Fastidio tra lo scroto e l’ano; saltuariamente

4. Esitazione nell’urinare; Quando bevo maggiormente invece il problema non c'è.

5. Saltuario aumento della frequenza urinaria;

6. Sgocciolio Terminale; SI anche se credo che sia cosa normale, non solo recente.

7. Sensazione che la vescica non sia completamente vuota quando bevo poco. Mentre il problema non c'è se bevo più acqua e urino più abbondantemente;



[#5] dopo  
Utente 967XXX

Iscritto dal 2009
Un ultima cosa vorrei chiederLe. Secondo Lei è possibile che la guida di una moto supersportiva possa provocare infiammazione alla prostata? La sensazione di fastidio tra ano e scroto potrebbe essere provocata anche dalle emorroidi?
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
NOn vedo nè mancanze di rispetto ne responsabilità motociclistica. Senta cololega dal vivo.