Utente 365XXX
Buongiorno, sottopongo brevemente quanto mi è accaduto Sabato mattina.
Ero seduto al Computer e a un certo punto ho sentito il cuore accelerare.
Premetto che avevo preso un Xanax verso le 7 del mattino e al presentarsi di questa forte tachicardia (140 battiti al minuto) ne avevo preso un altro in seduta stante. In Farmacia mi hanno monitorato la pressione che era lievemente alta agli inizi poi la minima si è alzata a 104 e a quel punto ho dovuto chiedere che mi dessero il Lobivon che mi aveva prescritto il medico in quanto io sono considerato con ipertensione "borderline". Ho chiesto il medicinale nonostante mi fosse stato prescritto 3 settimane prima e volevo evitarlo. Ne ho preso subito una pastiglia intera (il medico mi parlava invece di 1/4) vista la situazione.
Domenica mattina tutto sembrava andare bene, provando la pressione ero a livelli come 78 minima e 112 di massima poi 80/120 ero tranquillo.. Pero' prendo mezza pastiglia e ho intenzione di prenderne mezza fino a nuova visita che poi si determinerà un dosaggio penso giusto. Verso mezzogiorno di domenica quindi comincio ad avvertire un piccolo sbandamento, freddo alle gambe e un inizio di tachicardia che mi alza la pressione. Per non farmi prendere dal panico ho evitato di misurarmi la pressione e prendo questa volta un solo xanax. A differenza del giorno prima che mi era durato 3 ore la questione si è risolta in 15 minuti. Da cosa puo' essere scaturita una cosa del genere all'improvviso e per due giorni di seguito? Ora vivo con il timore che mi possa capitare in qualsiasi momento avendo anche un dolore allo sterno e alle costole.
In attesa, buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, non è il suo cuore che deve curare, ma la sua mente....contatti al più presto il suo psicoterapeuta e riferisca dell'accaduto.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, capisco e non capisco nello stesso tempo. Io sono tranquillo, lavoro normalmente senza aver alcun problema di tipo psicologico.

Ora che prendo la pastiglia la tachicardia sparisce, ho battiti che si aggirano sui 60 battiti ma mi sento stanco e se faccio uno sforzo o le scale non mi sento bene sentendo dei piccoli capogiri da cui mi riprendo entro breve. Addirittura per un attimo avverto un battito accelerato sentendo un piccolo nodo alla gola e un vuoto al cuore ma poi termina subito.

Non nascondo che ho dolori persino muscolari al collo, al petto lato sinistro e sulle cosce.. Io stavo bene!

Cio' mi preoccupa, certo e non vorrei di certo sentirmi in questo modo, anzi.. vorrei stare meglio senza doverGli fare paranoie ma vorrei capire se sentirsi cosi' ha un senso.

Grazie per la pazienza.

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
è chiaro che lei non vorrebbe sentirsi così...quel che deve metabolizzare è che l'ansia è una malattia come altre ed è quindi responsabile di sintomi....lei da paziente non può valutare se sia o meno una sintomatologia dipendente dall'ansia...è per questo ch deve affidarsi alle cure e ai consigli dello psicoterapeuta.
saluti
[#4] dopo  
Utente 365XXX

Iscritto dal 2014
Salve di nuovo Dottore, sono qui in quanto le vorrei chiedere un suo parere. Prendendo il Lobivon per il discorso ipertensivo ho i battiti che vanno il piu' delle volte sotto i 60. Cosa puo' comportare?
Ci sono momenti in cui essendo tranquillamente seduto ho come una sensazione che mi prende al centro del petto come se mi mancasse il battito e conseguentemente ho come una sorta di micromancamento alla testa.
Grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
...Caro signore, personalmente non condivido la terapia che osserva, senza una diagnosi certa di ipertensione....("border line" non significa nulla...o lei è iperteso e merita terapia o non lo è e credo che la sua ansia giochi un ruolo importante nella genesi di eventuali valori pressori elevati)...Ha mai fatto un Holter pressorio delle 24 h ????? E' un'indagine da eseguirsi preferibilmente nel periodo invernale che può dare informazioni importanti (ovviamente se la esegue con serenità e non con ansia). Il betabloccante può dare effetti collaterali responsabili dei sintomi che ha descritto. Mi sbaglierò ma per me lei può giovarsi del supporto di un bravo psicoterapeuta.
Saluti