Utente 393XXX
Buonasera, mi chiamo Elena e ho 36 anni.
Da Agosto 2013 ( 1 mese e mezzo dopo la mia 4 gravidanza avuta a 5 anni dal 1) ho cominciato ad avvertire delle fastidiosissime extrasistole serali nel momento in cui mi mettevo a letto. Dopo 1 mese e mezzo di notti insonni mi decido ad andare a fare degli accertamenti approfonditi presso la clinica Maugeri di Pavia dove il cardiologo mi sottopone a visita, elettrocardiogramma, ecocolordopplergrafia, test da sforzo, holter e RM cardiaca+cinerm+mdc.
Riporto i risultati salienti:
RM: Ventricolo sx inizialmente dilatato, normali per spessori parietali e massa, con funzione contrattile globale inizialmente ridotta per movimento incoordinato del setto.
Ventricolo destro inizialmente dilatato, normale per massa, con contrattilità segmentate e funzione sistolica globale conservate. (Il resto è tutto nella norma).
Ventrocolo sx: VTD 86 (40-78); VTS 41 (11-32); FE 53% (53-76)
Ventricolo dx: VTD 88 (46-82); VTS 44 (17-42); FE 50 (41-67).
Holter: Ritmo: Sinusale, FC min: 45, FC media 90, FC max 192 (10 min dopo che mi ero alzata) BEV tot 2942 (solo serali e 2 volte in coppia), BESV: 8 (max 5 battiti).
Sforzo: Durata:8.5, recupero 10 min, ritmo sinusale, FC 76/150, PA sistolica 100/120, PA diastolica 65/80, DP 18000, Watt 75, Mets 5.
Il cardiologo mi ha tranquillizzata dicendomi che non ha riscontrato nessuna patologia e mi ha prescritto, sotto mia insistenza, dei beta bloccanti (bisoprololo da 5 mg) che mi hanno risolto il problema quasi del tutto, anche se a volte le extrasistole si ripresentano ma per poco tempo (Ad oggi si presentano anche nelle ore diurne).
All'epoca degli esami fumavo 20 sigarette al die mentre oggi ho smesso di fumare da 14 mesi.
Ho fatto recentemente una gastroscopia per bruciori di stomaco mattutini e disturbi digestivi ma è risultata negativa anche se l'otorino mi ha riscontrato un reflusso gastroesofageo.
La mia domanda è? 2942 extra ventricolari sono benigne? Leggo ovunque che solo quelle sopraventricolari lo sono. Cosa vuol dire ventricolo sx inizialmente dilatato, normali per spessori parietali e massa, con funzione contrattile globale inizialmente ridotta per movimento incoordinato del setto? Posso stare tranquilla? Posso fare qualcosa per farle passare o devo prendere i betabloccanti a vita? Devo fare ulteriori accertamenti? Grazie della disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
risponderle da lontano, senza conoscerla, senza visitarla e senza poter visionare direttamente le indagini eseguite, è veramente difficile....Le extrasistoli possono essere benigne sia se di origine sopraventricolare, sia ventricolare. Nel suo caso un ventricolo destro e sinistro dilatati (sebbene in fase iniziale) e una ridotta contrattilità del sinistro, non sono normali, ma la diagnosi devono comunque avergliela fatta (in un centro di eccellenza come Pavia, poi...) e questa lei non l'ha riportata (ha solo descritto "...Il cardiologo mi ha tranquillizzata dicendomi che non ha riscontrato nessuna patologia"....(ma il cardiologo lavora alla Maugeri o no ???) E' invece importante che lei faccia riferimento alla diagnosi precisa e scritta che è stata formulata dal Centro di Pavia....
Saluti
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la celere risposta. Sono riuscita a farmi inviare la diagnosi dal medico: Può aiutarmi a capirla? E nel caso avessi qualcosa saprebbe dirmi da cosa potrebbe derivare?
ESAME OBBIETTIVO
168 cm; 56 Kg; 110/75 mmHg;
POLSO: Polsi presenti, validi e simmetrici RESPIRO : Nulla da segnalare
CAPO E COLLO: soffi carotidei assenti bilateralmente. Giugulari non turgide, non reflusso addomino-giugulare
TORACE-APPARATO RESPIRATORIO: MV presente su tutto l'ambito polmonare
CUORE: toni cardiaci ritmici; pause libere
ADDOME: piano, trattabile, dolorabilità alla palpazione profonda assente, pulsazioni patologiche assenti
ORGANI IPOCONDRIACI: fegato non palpabile
ARTI INFERIORI: non edemi

ECG
04/10/2013: RS, 84 bpm; anomalie aspecifiche della ripolarizzazione
11/11/2013: RS 76 bpm

CONCLUSIONI
04/10/2013: Lieve riduzione della funzione contrattile bi-ventricolare. Completerei la valutazione con un test da sforzo e una RM cardiaca con MDC. Avvierei una beta-bloccante a bassa dose (Bisoprololo 1,25 mg 1 cp alla sera). Limiti il fumo.
13/11/2013: la RM conferma una iniziale dilatazione/disfunzione sistolica biventricolare senza segni di miocardiomiopatia primitiva; l'eziologia della cardiopatia è al momentoincerta (poco probabile sia ischemica); scomparsa delle aritmie dopo l'avvio del beta-bloccante che continuerei. Eseguirei un controllo ecocolordoppler, bio-umorale (Elettroliti plasmatici, Creatinina, Azotemia, Glicemia, Colesterolo LDL, Transaminasi, TSH e CPK) e clinico tra 6 mesi.


[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La disfunzione biventricolare richiede la definizione di una causa....
Le extrasistoli possono essere conseguenza e non causa della disfunzione ventricolare...
l consiglierei di affidarsi a un bravo aritmologo.
saluti