Utente 181XXX
Salve dottori,

Sono un ragazzo di 30 anni operato di varicocele di 3 grado sx con la tecnica della legatura e sezione con accesso subinguinale. L'intervento, effettuato in anestesia spinale,è andato bene,e mi hanno applicato tre punti di sutura che non ho ancora tolto ma che non mi danno particolare fastidio.
Volevo avere delle delucidazioni sulle possibilità di effetti collaterali, come l'idrocele. Io ad una settimana dall'intervento non ho gonfiore ai testicoli né al momento particolare dolore,questo mi lascia ben sperare di non incorrere in questo effetto collaterale?
Inoltre a distanza di 7 giorni ho avuto una eiaculazione senza dolore: secondo voi posso aver provocato effetti negativi all'intervento oppure no?
Grazie delle spiegazioni e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

le eventuali eiaculazioni non incidono sul postintervento di varicocele, quindi nulla le vieta di avere le eiaculazioni che desidera, inoltre visto il suo quadro clinico tutto dovrebbe procedere per il meglio.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
Grazie per avermi tranquillizzato in merito all'eiaculazione.
Altra cosa che volevo chiedere è la seguente :il testicolo sx adesso ha assunto una forma leggermente diversa rispetto a prima dell'intervento, mi sembra leggermente più in basso nella sacca scrotale. Può considerarsi normale?
Inoltre ho come minore sensibilità nella zona punica sinistra, diciamo in prossimità dell'incisione.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

è abbastanza "normale" che la sensibilità della cute circostante la ferita chirurgica, specie nella zona sottostante, possa essere alterata, ( la lama del bisturi taglia la pelle ed anche i sottili nervi sensitivi che non conducono più gli stimoli tattili).
il testicolo sinistro può andare incontro ad alcune modificazioni nelle settimane successive all'intervento
alla visita di controllo ne parli con chi la ha operata
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Grazie delle informazioni preziose, giovedi toglierò i punti di sutura e chiederò ai dottori presenti in ambulatorio.
In ogni caso questo idrocele, che viene segnalato come la più frequente conseguenza della varicelectomia, sopraggiunge sin da subito, e pertanto nel caso l'avessi, dovrei sentire paritcolari dolori, oppure può presentarsi all'improvviso anche nelle prossime settimane/mesi?

Riguardo invece l'eiaculazione nei giorni successivi all'intervento, sia essa provocata da masturbazione o da rapporti sessuali, ho letto in rete tantissime cose, addirittura c'è chi sostiene che può provocare infiammazione ai testicoli, insomma, leggendo mi sono un tantino preoccupato. Quanto c'è di vero? capisco che un rapporto molto intenso è assimilabile ad uno sforzo fisico, pertanto da evitare, ma non è detto che si debba fare cosi.

Grazie ancora dei vostri preziosi consigli.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se fossi in lei come già detto non mi preoccuperei e smetterei di cercare inutilmente sul web qualcosa che non le appartiene.

Cordialità
[#6] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Ha ragione dottore, Grazie del consiglio e saluti.
[#7] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Gentili Dottori,

vi scrivo per aggiornarvi a seguito dell'intervento di varicelectomia sx effettuato ad ottobre. A distanza di 3 mesi ho effettuato un primo spermiogramma di controllo, anche se i dottori mi avevano prescritto il primo controllo a 6 mesi.
Per consentirvi una valutazione di massima, vi elenco i principali valori di due esami del liquido seminale, quello effettuato nei mesi antecedenti l'intervento e quello attuale. A me sembra che un miglioramento ci sia, vi chiedo a questo punto se la qualità del seme può ulteriormente migliorare nei prossimi mesi. Grazie delle informazioni.

29/08/2015

Numero di spermatozoi 4.2 * x10^6/mL > 15.0
Numero di Spermatozoi/Eiaculato 18.5 * x10^6/eiac. > 39.0
CLASSI DI MOTILITA'
Motilità Totale (PR+NP) 28 * % > 40
Motilità Progressiva (PR) 13 * % > 32
Motlità Non Progressiva (NP) 5 %
Immobili 72 %
MORFOLOGIA SPERMATOZOARIA
Spermatozoi Normali 5 % > 4
Spermatozoi Anomali 95 %
Anomalie della Testa 90 %
Anomalie della coda 1 %
Anomalie del collo e del tratto intermedio 3 %
Residui Citoplasmatici 1 %
Test di Vitalità
(Colorazione eosina/nigrosina)
56 * % > 58

ESAME DEL 05/01/2016

Numero di spermatozoi 29.0 x10^6/mL > 15.0
Numero di Spermatozoi/Eiaculato 116.0 x10^6/eiac. > 39.0
CLASSI DI MOTILITA'
Motilità Totale (PR+NP) 30 * % > 40
Motilità Progressiva (PR) 29 * % > 32
Motlità Non Progressiva (NP) 1 %
Immobili 70 %
Velocità Lineare (VSL) 39.0 micron/sec > 25.0
Velocità sulla Curva (VCL) 64.0 micron/sec > 46.0
Linearità Media (LIN) 59
Spostamento laterale della testa (ALH) 2.4 micron > 1.5
MORFOLOGIA SPERMATOZOARIA
Spermatozoi Normali 10 % > 4
Spermatozoi Anomali 90 %
Anomalie della Testa 80 %
Anomalie della coda 6 %
Anomalie del collo e del tratto intermedio 2 %
Residui Citoplasmatici 2 %
Test di Vitalità
(Colorazione eosina/nigrosina)
56 * % > 58
Fruttosio liquido seminale
(pHmetria Differenziale)
18.2 * mg/eiac: 5.2 - 13.0
Acido citrico liquido seminale
(pHmetria Differenziale)
15.6 mg/eiac: 13.0 - 26.0
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'esame seminale che ci propone, sembra confermare un ottimo miglioramento sia in termini quantitativi che qualitativi e quindi si presume un ulteriore tendenza al miglioramento, quindi ripeta l'esame fra tre mesi.

Un cordiale saluto
[#9] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,

Ne approfitto per un'altra domanda. Dopo tre mesi dall'intervento ho ormai ripreso le normali attività, anche sportive,che prima svolgevo regolarmente. Vado in palestra per mantenermi in forma,quindi utilizzo anche dei pesi e faccio esercizi di addominali. Queste attività, benché svolte non da bodybuilder ma da utente medio,possono compromettere l'intervento e portare a recidive?
Non so perché ma associo il varicocele anche al fatto di fare troppi sforzi,e appunto per questo mi piacerebbe avere un parere attendibile anche per tranquillizzarmi.

Grazie ancora e saluti
[#10] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
dopo tre mesi se non sono presenti recidive, non dovrebbero ripresentarsi segni di reflusso, tuttavia lo sforzo fisico soprattutto concentrato come l'uso dei pesi, può facilitare la dilatazione venosa anche a livello del plesso pampiniforme. Ripeta un ecodoppler testicolare per confermare che non ci sono reflussi e comunque le ripeto che l'esame che ci ha proposto indica un ottimo miglioramento.

Ancora cordialità