Utente 836XXX
Sono una studentessa di 23 anni, vita regolare,senza troppi eccessi, intollerante al glutine e senza nessuna patologia in particolare. Una settimana fa sono stata in ospedale per due coliche renali nell'arco di 24 h, i medici del pronto soccorso hanno effettuato tutte le analisi dovute ( ecografia pelvica- adominale, emocromo, urinocultura) a parte delle traccie di sangue nelle urine, tutto il resto era nella norma. Eseguita la cura per 4 giorni con buscopan e voltaren il disturbo è sparito. A Distanza di 4 giorni alla fine della cura e dopo un pomeriggio passato litigare ho iniziato ad avvertire un forte dolore al petto, tra la gola e i bronchi, dolore che si estende anche al collo e alla mandibola, come se avessi dei crampi. Ad ogni modo dopo aver dormito per 3 ore, ho aperto gli occhi in piena notte con gli stessi sintomi accentuati, e con l'incapacità di restare nel letto. Da diverse notti riposo male, ma sino ad ora non avevo avvertito una sensazione simile, quasi mi manca l'aria. I due fenomeni possono essere collegati? può trattarsi di ansia? come posso combattere l'insonnia e questi dolori al petto?
grazie mille e scusate se sono stata prolissa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
E' verosimile che i farmaci che Le hanno somministrato la scorsa settimana Le abbiano provocato -o reso evidente- una esofagopatia o una gastropatia, molto probabilmente preesistente ma che non dava sintomi. Il sospetto è confermato dal fatto che i sintomi si verificano particolarmente di notte, quindi in posizione supina (reflusso gastroesofageo). Le consiglio di rivolgersi al Suo medico di famiglia, che dopo averLa visitata potrà prescriverLe gli esami e le cure del caso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 836XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott. Fedi,
la ringrazio per l'immediata risposta, i sintomi sono stati costanti in mattinata anche se più lievi rispetto alla scorsa notte, in università ero a disagio, mi girava la testa e provavo fastidio per le persone intorno e per gli odori intensi. Tuttavia nel pomeriggio e in serata ho preferito restare in casa riposando e sembra che il peso all'altezza dei bronchi sia sparito. In giornata ho mangiato poco e niente, cosa che capita rarissime volte. Ieri ho omesso alcuni particolari forse rilevanti, alla luce di ciò che Lei ha scritto, circa 6 mesi fa mi è stata diagnosticata una gastrite provocata dallo stress e un'intolleranza al glutine, per cui ho dovuto modificare gran parte delle mie abitudini alimentari, in passato ho sofferto di disturbi del sonno e disordini alimentari legati comunque a situazioni emozionali particolari e di forte stress.In effetti non è stata una settimana semplice, da domenica a martedì mattina ho avuto le coliche, mercoledì ho dato un esame di diritto, domenica ero con le mie coinquiline a montar mobili in cucina, e oggi ho ripreso le lezioni e ovviamente lo studio.( dimenticavo la lite furibonda di ieri pomeriggio).
Ritiene ancora che possa trattarsi di reflusso esofageo o sulla base di quanto Le ho preventivamente descritto, la sua opinione cambia?
Grazie mille dell'ascolto.
Laura
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Laura, confermo il mio sospetto. Vorrei però sapere in seguito a quali esami Le è stata diagnosticata la gastrite e se le è stata prescritta una terapia adeguata.
P.S. Forse la Sua insonnia va curata semplicemente spegnendo il computer e andando a dormire prima delle 1:50...