Utente 394XXX
Buongiorno Dottore, La ringrazio per la disponibilità. A causa di un incidente domestico, due settimane fa ho riportato una ferita da taglio al 4 dito della mano sx con lesione del flessore profondo sfrangiata ed obliqua. Operata nelle due ore successive, il chirurgo ha repertato il tendine prossimale alla radice del dito applicandomi un pull out e immobilizzandomi il dito per tre settimane. Ho eseguito controlli settimanali per la medicazione della ferita e questo venerdì toglierò il pull out. Volevo gentilmente chiedere:
- E' opportuno proteggere il dito con un tutore nelle prossime settimane? (riprenderò il lavoro e devo viaggiare in treno)
- Posso cominciare subito la riabilitazione, o è preferibile attendere almeno una parziale guarigione della cicatrice?
- Con una ferita di questo tipo vi sono possibilità di una buona ripresa delle funzionalità del dito?
Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

le procedure non sono sempre standardizzate: personalmente preferisco mobilizzare cautamente già nei primi giorni, per evitare le aderenze peri-tendinee, ma rimuovere il pull-out molto più tardi, dopo 6-7 settimane dall'intervento.

Pertanto, nel suo caso, sarebbe preferibile che il suo chirurgo le desse le indicazioni più appropriate alla sua specifica condizione.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottore, la ringrazio. Ho rimosso punti e pull out ed iniziato la riabilitazione: seppure debole, il tendine risulta attaccato e cautamente ho iniziato gli esercizi con il fisioterapista con buoni risultati. Il mio dubbio è questo: a distanza di un mese dall'intervento, avverto insensibilità nella terza falange del dito, sul polpastrello. Ho sensibilità sul lato esterno della falange e lateralmente, verso destra e verso sinistra, mentre mi manca la sensibilità nel polpastrello sul palmo della mano (in pratica sotto l'unghia). Inoltre quando massaggio la cicatrice sulla seconda falange avverto delle scossette sulla terza falange. Il fisioterapista mi ha detto che questo è dovuto al nervo danneggiato. E' possibile che col tempo questo nervo danneggiato possa rigenerarsi da solo, o devo pensare ad un intervento chirurgico? La ringrazio ancora per la gentilezza.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Certo è possibile, ma non è certo. Deve attendere.