Utente 394XXX
Vista la nostra volontà di avere un figlio e da un anno e mezzo che ci stiamo provando, ma nulla ed ho fatto lo spermiogramma, volevo avere un vostro consiglio su cosa posso fare e se c'è una cura per migliorare la mia situazione. Grazie

Spermiogramma del 27-10-2015
età 39

CARATTERI CHIMICO-FISICI:
VOLUME: 2,4 ml (v.n. > 1.5 ml)
COLORE: Lattescente
FLUIDIFICAZIONE: Completa
VISCOSITA': Nella norma
PH: 7,8 (v.n.7,2-8,0)
AGGLUTINAZIONI : Assenti (v.n. Rare o Assenti)

CONCENTRAZIONE NEMASPERMICA:
SPERMATOZOI PER ml: 11 Milioni/ml (v.n.> 15 Mil/ml)
SPERMATOZOI PER EIACULATO: 26,4 Milioni (v.n. > 39 Mil)

STUDIO DELLA MOTILITA':
FORME MOBILI (a 60 min): 63% (v.n. > 40%)
RAPIDAMENTE PROGRESSIVI (TiPO A): 3% (v.n. A+B+C>40% A+B>32%)
LENTAMENTE PROGRESSIVI (TIPO B): 40%
IN SITU (TIPO C): 2O%
IMMOBILI (TIPO D): 37%

STUDIO DELLA MORFOLOGIA:
FORME NORMALI: 3% (v.n. >- 4%)
FORME ANOMALE (WHO): 97%
ANOMALIE DELLA TESTA: 50%
ANOMALIE DEL COLLO: 30%
ANOMALIE DEL FLAGELLO: 7%


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

prima della terapia bisogna arrivare a fare una diagnosi precisa e per questo bisogna sentire il suo andrologo di riferimento e capire la reale causa della sua dispermia che, dall'esame che ci ha inviato se fatto secondo OMS 2010, non sembra drammatica.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 394XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore per la sua risposta,
l'esame è stato eseguito secondo WHO 2010, mi sà consigliare un suo collega nella zona di Napoli, per una diagnosi precisa, ma ci sono delle terapie che si possono fare in casi di dispermia come la mia...
ancora grazie per l'attenzione
buon lavoro
saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

capita la causa si procede generalmente verso le indicazioni terapeutiche mirate.

Infine sulla questione "indicare un collega" le dico che questa non è la sede per una informazione così particolare e non di interesse generale.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Ancora un cordiale saluto.