Utente 393XXX
Salve dottori.
Sono una ragazza di 25 anni alta 1.58 circa e peso 42 kg.
Premetto che soffro di gastroesofagite (ho effettuato nel 2013 una gastroscopia) e sono un pò in sottopeso perchè un anno fa ho iniziato a soffrire di attacchi di panico, i quali hanno avuto ripercussioni anche sul mio fisico e di conseguenza sul mio peso (sto effettuando da uno psicologo la psicoterapia e sto meglio adesso, anche se il percorso è ancora lungo).
Mi capita in alcuni giorni di avere molta fame (faccio 6/7 pasti al giorno, però anche se mangio spesso la quantità è relativamente poca), invece altri giorni in cui mi si chiude lo stomaco (forse a causa della gastrite, ho dolore e nausea) e quindi mangio molto meno del solito, quando però mi passa il dolore risento un "calo di forze" e senso di fame improvvisa, se non mangio sto davvero male.
Volevo raccontare un episodio che mi è accaduto ieri e si è ripetuto qualche mese fa.
Sono stata tutto il giorno a studiare e avevo mangiato solo a pranzo (quindi lo spuntino nel pomeriggio non l'avevo fatto) e sono andata a fare il bagno.. appena uscita dalla vasca mi si è annebbiata la vista, ho sentito un calo di forze, sensazione di svenimento e ho avvertito molta fame, però sono stata male subito dopo, non so se dipendesse dal fattore paura, mi si è subito chiuso lo stomaco. Mi sono misurata la pressione ed era normale (110/80) quindi non so da cosa sia potuto dipendere. Adesso sono un pò spaventata sinceramente. Sono andata due settimane fa dal gastroenterologo che mi ha segnato diverse analisi del sangue da effettuare perchè le ultime le avevo fatte un anno fa.. però sono in apprensione per questi episodi di "fame improvvisa" e mancanza di forze, anche perchè non riesco a sforzarmi a mangiare di più, avendo la gastrite poi mi fa male lo stomaco. Grazie per l'attenzione, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe , Christian De Sanctis
24% attività
20% attualità
16% socialità
SCAFA (PE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile utente,
è probabile che l'episodio verificatosi ,sia stato legato ad calo di zuccheri nel suo sangue ,dato che come riferisce non mangiava da diverse ore, quindi verosimilmente un'ipoglicemia da digiuno, che le ha provocato anche una lieve ipotensione (PA max 110...ma bisognerebbe sapere quanto era nel momento in cui le si è annebbiata la vista), ipotensione facilitata probabilmente dalla vasodilatazione dovuta all'immersione nell'acqua calda,fattori che le hanno provocato il corteo sintomatologico riferito!Non stia in apprensione! Cordialità!