Utente 221XXX
Gentili Dottori,
scrivo per chiedere un parere circa la mia situazione che, ormai, inizia un po' a preoccuparmi.

Premessa:
Ho una capigliatura folta, media stempiatura (non ho mai avuto l'attaccatura lineare, già da piccolo -come testimoniano le foto- avevo un accenno di V, che si è pronunciata e stabilizzata a 18-19 anni). Dal punto di vista familiare posso dire che mio padre ha 65 anni ed una capigliatura da far invidia a Demo Morselli (l'unico paragone che mi è venuto in mente), mentre dal lato materno sono tutte donne. Posso solo dire che mio nonno materno era solamente stampiato (caratteristica che evidentemente abbiamo ereditato da lui, visto che tutti i miei cugini hanno la V, ma per il resto zero).

Ogni anno, puntuale come sempre, da agosto a settembre ho il "famoso" ricambio stagionale che sistematicamente mi genera ansia, ma che fa il suo decorso e passa. Non è mai stato un fenomeno intenso, me ne accorgo da qualche capello sul cuscino e dai capelli che mi rimangono tra le dita dopo una "carezza" quando questi sono sporchi (5-10 a passaggio per 2/3 passaggi) e soprattutto quando faccio lo shampoo (dopo la frizione guardo le mani e vi trovo una 20-30ina di capelli, così come sulla salvietta). Durante il resto dell'anno non trovo quasi mai nessun capello a seguito di una frizione.

Anche quest'anno, a partire da metà agosto, ho iniziato questo effluvio stagionale (almeno quello che credo sia), che però non si è ancora fermato. Sinceramente non è diverso dagli altri anni, solo che non si è ancora fermato e mi chiedo se questo può essere allarmante o meno.

Entro nello specifico:
Lavo i capelli ogni due giorni. Oggi è domenica, li ho lavati venerdì mattina.

Dopo il lavaggio e fino a ieri (capelli puliti, non sporchi o grassi), al passaggio delle mani non mi rimaneva alcun capelli tra le dita.
Stamane, avevo i capelli leggermenti unti, con due passaggi (scusate ma non so come definire l'azione) ho contato una 15ina di capelli in tutto tra le dita. Sono così andato in bagno e, dopo una frizione di una decina di secondi, ho contato una 25ina di capelli nel lavandino. Dopo pranzo, durante lo shampo, una 10ina sulle mani e una 20ina nella salvietta. Quindi in totale una 70ina (tutti, o almeno quelli che esamino, con la crocchia bianca all'estremità), più quelli che non ho visto durante l'asciugatura.

Da quello che ho visto su internet, non mi sembra una cosa così allarmante (persone che ne contano 200/300 al giorno), la cosa che mi preoccupa però è la durata: siamo già al terzo mese! E' vero, non trovo capelli sul cuscino, in giro, sui vestiti (Se non un paio), però la cosa inizia a preoccuparmi!

La mia preoccupazione deriva anche dal fatto che, quest'anno, ho avuto 4 episodi influenzali a distanza ravvicinata, con conseguente cura antibiotica (2 cicli). Non vorrei che questo possa aver in qualche modo una correlazione.

Voi cosa ne pensate? L'effluvio stagionale -deduco sia quello visto che è iniziato ed è simile a quello che ho tutti gli anni, se non per la durata- può protrarsi così a lungo?

Che ansia!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo

Non possiamo dire se questa sia una situazione sia patologica o meno ma abbiamo noi dermatologi tutte le armi per scoprirlo, in primis la tricoscopia digitale (per info www.tricoscopia.it )
Consiglio quindi questo tipo di visita
Cari saluti
Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
non cerco di certo indovini su medicitalia, ci mancherebbe!

Volevo solo sapere se, essendo il fenomeno uguale agli altri anni, ma solo di presunta maggior durata (non ho elementi certi per dire che in passato non mi durasse per 3 mesi, non ero così "fissato"), valesse la pena aspettare ancora un mesetto per vedere se la cosa si arresti come sempre ha fatto o vale la pena spendere denaro per una visita inevitabilmente privata.

Quello era motivo del consulto, non una diagnosi. Avrà dei margini per capire se il mio POTREBBE essere semplice effluvio stagionale o già dura da troppo.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo, le ribadisco che non è possibile quantificare se la sua situazione possa essere compatibile con un effluvio stagionale o con altro effluvio pertanto vive il mio consiglio di recarsi dal dermatologo per un approfondimento ovviamente in tempi ragionevolmente brevi e non per forza domani!
[#4] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore,
ho avuto fortuna e, in tempi lampo, sono riuscito a farmi vedere da uno stimato dermatologo esperto in tricologia.
Dopo la visita mi ha diagnosticato un effluvio e mi ha prescritto, insieme con uno shampoo e delle compresse, l'applicazione di locoidon lozione 5 volte a settimana per 3 mesi.

Io ho il brutto vizio di farmi prendere dall'ansia, così durante la visita mi si annebbia la mente e non mi vengono le domande che poi, inevitabilmente, sorgono come funghi nella mia mente. Per questo volevo chiederle: come devo applicarlo? sulla prescrizione c'è scritto "dove necessario", ma avendo un effluvio dovrei applicarlo su tutta la testa.... come faccio? spargo gocce su tutto il cuoio e massaggio? Unge? nel caso non ungesse posso tranquillamente evitare di lavarmi i capelli e riapplicarlo il gg dopo? perchè lavarli 5 volte a settimana mi sembra eccessivo!!!

Volevo infine chiederle qualche delucidazione (che, come detto, non ho avuto modo di chiedere al dottore in questione):
1) con il locoidon in MEDIA quanto ci vuole per bloccare l'effluvio?
2) ho avuto la brillante idea di consultare un forum di tricologia (cosa che il dottore mi ha detto ovviamente di non fare) e noto che lo stesso prescriveva quasi sempre il locoidon per 2/3 applicativi a settimana, perchè 5? per interromperlo prima?
3) Come ho detto ho tanti capelli. Quando il dottore mi ha fatto la dermoscopia ha visto che non ho capelli miniaturizzati, ma tutti aventi un bel diametro. Qui mi ha detto "all'inizio pensavo fosse aga, ma dalla dermoscopia sono certo sia un banale effluvio". Così gli ho chiesto perchè pensava fosse quella e lui ha risposto "perchè hai un principio di diradamento, ma sarà sicuramente dovuto ai 3 mesi di effluvio". Avere un bel diametro quindi esclude quella patologia? No perchè, di tutta la visita, mi è rimasta in mente solo quella cosa... soprattutto perchè io non noto alcun diradamento.


Lei cosa ne pensa? scusi per la prolissità
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, non capendo tra l'altro cosa significhi effluvio: stiamo parlando di telogen effluvium? Di altre patologie? Di sicuro non posso sostituirmi al suo dermatologo e dirle come deve fare i farmaci che io non ho mai prescritto. Credo comprenderà questa situazione. Carissimi saluti.

Dr Laino
[#6] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Si scusi: telogen effluvium.

Prescritta lozione di locoidon 5 volte a sett. Nella foga però mi sono dimenticato di chiedere se è possibile applicarlo e, in caso di capelli puliti, non lavarli e riapplicarlo il gg dopo. Sennò dovrei lavare i capelli 5 volte a settimana. Tutto qui

Inoltre, secondo la sua esperienza, quanto tempo ci vuole IN MEDIA affinché il locoidon faccia effetto e blocchi l'effluvio?


Grazie di nuovo
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

il farmaco può essere risciacquato, lavato o lasciato in posa, sebbene è da prediligere la rimozione; sui tempi, impossibile fare prognosi senza una valutazione diretta del caso: esistono telogen lievi, moderati, severi; associati o meno ad altre condizioni internistiche, dermatologiche, etc.

Saluti
Dr Laino