Utente 198XXX
salve, a mio padre insegutio ad un ricovero ospedaliero, per un ulcera gastrica gli hanno diagnosticato anche il Rene policistico
Ho letto che è una malattia ereditaria infatti anche mia nonna l'aveva.
10 anni fa a me (all'epoca avevo 18 anni) mi è stata diagnioosticata ipertensione ,e a suo tempo mi fecero vari accertamenti tra cui la eco ai reni e qualche anno dopo anche una TAc hai reni anche se senza contrasto.Comunque non fu trovato nulla fuoriposto e il mio cardiologo associò il problema all'ansia eccessiva di cui io soffro e mi diede solo un Lobivon come beta bloccante.

La mia domanda è, se io avessi ereditato il rene policistico da mio padre a quei tempi si sarebbe gia visto o queste cisti possono comparire anche doopo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Bisogna distinguere attentamente tra quello che è il vero rene policistico, una grave malattia a trasmissione genetica, con la presenza di cisti renali semplici, anche se numerose. Il rene policistico è quasi sempre bilaterale, è una malattia che peggiora nel tempo portando ad un progressivo scadimento della funzione renale. la presenza di cisti semplici, anche voluminose, raramente influisce sulla funzione renale, almeno in modo significativo.
[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
Quindi potrebbe anche non essere un rene policistico quello di mio padre?
L'ospedale che l'ha ricoverato come responso ha dato : insufficienza renale in rene policistico (diagnosticato in ecografia)
La nefrologa di Papà ora gli vuole dare una TAC.
Nella sua famiglia però nessuno ha avuto problemi in giovane età per questi reni..tutti i miei Zii hanno oltre i 50/60 anni e nessuno è in dialisi ho a problemi di rene.
Potrebbe l'ospedale aver confuso un rene con cisti semplici come ha detto lei col rene policistico ?
se io tra i 18/20 dalla eco/tac che ho fatto non è stato riscontrato nulla, quante possibilità ho di averla scampata?.
Come si fa a distinguere attentantemente tra il vero rene policistioco e una patologia con cisti semplici ?

Papà come sintomi oltre all'ipertensione , ha avuto una leggera insufficienza renale (sempre diagnosticata in ospedale) ma fino alle ultimi analisi del sangue (mi pare un anno max due anni fa) la funzione renale era ok.

Lui è molto preoccupato , preghiamo che non sia realmente la malattia genetica anche per il futuro mio e di mia sorella
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non è raro che la definizione "policistico" venga utilizzata un po' a sproposito, comunque la TAC certamente potrà chiarire meglio la situazione. Il rene policistico vero è presente fin dall'infanzia, pur con qualche variabilità. Se lei a 20 anni non ha alcuna alterazione documentabile diventa quasi inverosimile pensare ad una malattia genetica.
[#4] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per le risposte, lei nella sua esperienza e conoscenza a mai avuto casi di Reni policistici dove tutta la generazione non ha avuto sintomi evidenti prima dei 60 anni? come ho detto, tra fratelli nipoti cugini nessuno ha accusato sintomi, e anche la mia stessa nonna è andata in dialisi solo intorno ai 79/80 anni

La scrivo per cercare di confortare papà
[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ricordi che stiamo solo facendo delle parole in attesa della TAC, ma di un policistico che induce insufficiaenza improvvisamente a 60 anni mai ne abbiamo sentito parlare prima d'ora.
[#6] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio, certamente siamo più fiduciosi
[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Tutto può essere, ma questa "insufficienza" che insorge a 60 anni non ci pare coerente con la,diagnosi di vero policistico. D'ogni modo, la TAC chiarirà parecchio.
[#8] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
la ringrazio ancora una volta, ieri ho trovato le analisi dello scorso anno, Creatina era ok ,
Si indubbiamente tutto può essere ma documentandomi un po il rene policistico ha un incidenza ereditaria del 50% mi corregga se sbaglio ma come ho detto prima tra nipoti,fratelli, sorelle di mio padre , nessuno è in dialisi tanto meno problemi renali, anzi mangiano tutti in modo abbastanza sregolato ma nessuno che ha avuto problemi

La nefrologa però la tac gliela vuole fare nel 2016 può essere perchè
mio padre che fu ricoverato principalmente per ulcera gastrica e al momento è anemico e quindi forse non è possibile fare la tac col contrasto in queste condizioni?
[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non possiamo continuare a fare mere ipotesi se lei non ci fornisce dei valori precisi. D'ogni modo, l'infusione del mezzo di contrasto è condizionata dai livellli di creatinina e da eventuali alterazioni significative delle proteine del sangue. L'anemia non ha invece influenza particolare.
[#10] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
dopo le posto diagnosi e valori del sangue , grazie per la disponibilità
[#11] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
Queste sono le analisi del sangue, fatte di ricente, ora mio padre è uscito e il referto ospedaliero lo tiene lui ,quando torna glielo trascrivo

analisi 15/10/2015

ACIDO URICO --4.8 --- VALORI RIFERIMENTO 3.5 -7.2
AZOTEMIA -- 45 ---------- 15-50
CREATININA 1.42----- 0.7 -1.3
GLICEMIA 107 ------ 70-105

GOT 12 ---------- 5-37
GPT 10 ----------- 5-41
GAMMA GT 23 ----- 13-40
TRIGLICERIDI 82 -----35 -135
COLESTEROLO 176 140 -220

SIDIREMIA 16 -------65 -170

GLOBULI BIANCHI 8800 4000 - 11000
GLOBULI ROSSI 3600000 4600000 -5800000
EMOGLOBINA 9.3 -------14 -18
EMATOCRITO 29.4 --------- 42-52

MCV 83.3 --------82. -98.0
MCH 26.4 ---------- 26 33
MCHC 31.7 --------- 32 - 36
RDW 15.6 --- --- 11.5 - 15.5
MPV 10.3 --- ------7.4 - 10.4

PIASTRINE 244000 140000 - 340000

NEUTROFILI 60.5
LINCOCITI 30.4
MONOCITI 6.9
EOSONOFILI 4.8 0.0 4.0 (LE ALTRE DELLA FORMULA LEUCOCITARIA STANNO BENE)
BASOFILI 0.0

FERRITINA 30 30 - 300
[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un valore di creatina di 1,4 non corrisponde asssolutamente ad una insufficienza renale, ci mancherebbe! Abbiamo idea che si sia sollevato un gran polverone per nulla. Più sensibile l'anemia che è utile correggere nei modi più opportuni.
[#13] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
si l'anemia è sicuramente molta infatti gli è stato prescritto ferro per 4 mesi (un certo Sideral forte, ma ho letto che è un integratore , non ci vorrebbe qualcosa di meglio?) e della vitamine
[#14] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006



Ecografia Addominale 1.10.2015


Fegato nei limiti a marigni conservati ed ecostruttura finemente disomogenea senza evidenza di lesioni di tipo focale in atto. Vena porta di calibro regolare.Vie Biliari non dilatate. Colecisti distesa con evidenza a crico della parete posteriore del corpo di formazione nodulare iperecogena aggettante endonodulare di circa 6mm di diametro massimo ascrivibile in prima ipotesi ad adenomioma da rivalutare a breve distanza.
Pancreas esplorabile nelle porzioni di testa e corpo nei limiti, wirsung non dilatato. Milza nei limiti volumetrici ed ecostrutturali.

Reni in sede nei limiti morfovolumetrici con sufficiente spessore parenchimale e multiple voluminose formazioni cistiche corticali e parapieliche a sviluppo parzialmente esofitico la maggiore delle quali a DX 43mm ed a sn al polo inferiore di 56mm di diametro massimo
Non dilatazioni calico pieliche d'ambo i lati .Vescica scarsamente distesa.Non falde fluide nei recessi peritoneali ecograficamente esplorabili. Aorta addominale di calibro regolare nel tratto esplorabile a pareti diffusamente ateromasiche


questa è l'eco, ovviamente io ne capisco nulla e non capisco la gravita della cosa ma da qui dovrebbe venir fuori la diagnosi di rene policistico secondo loro
------------

un altra cosa, qui sul referto c'e scritto che papà è stato trattato con emotrasfusione ma non è vero e poi parla di episodio associazto a riacutizzazione di insufficienza renale cronica... ma mio padre fino a che non è stato in ospedale la presunta insufficienza renale non l'aveva mai avbuta

io temo in un errore nei referti
[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questa ovviamente non è la descrizione di un policistico, che normalmente è un rene aumentato di volume e completamente sovvertito dalla presenza di moltissime cisti adiacenti perlopiù di piccole dimensioni. È invece compatibile con la definizione di "multicistico" ovvero portator di numerose cisti semplici. È comunque corretto in questi casi eseguire la TAC per definire la situazione nel dettaglio, ma tuttomsommato pensiamo che si sia davvero scatenata una tempesta in un bichhier d'acqua ...
[#16] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
speriamo la ringrazio per la pazienza e il tempo dedicatomi, un ultima domanda, questi reni multicistici possono essere ereditari? che fastidi possono dare, vanno operati , curati con qualch farmaco nel caso fosse confermato?
Attendiamo la TAC con maggior serenità
[#17] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
È possibile che anche il multicistico abbia una componente ereditaria, ma sen'altro meno definita del policistico. Le cisti renali di piccole e medie dimensioni non hanno praticamente mai indicazioni operative. Piuttosto raramente, cisti molto voluminose (es. 15 cm) causano disagio per il loro impegno di volume all'interno dell'addome e quindi si pone l'indicazione a risolverle. La procedura più semplice è lo svuotamento per puntura, che non risolve completamente ma senz'altro elimina i disturbi.
[#18] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
salve la ricontatto dopo un po di tempo, papà ha rifatto la Eco renale perchè il medico cosi ha deciso visto la sua ipertensione

e questo è il referto

Reni in sede regolare morfo volumetria
Bilateralmente alcune formazioni transoniche da cisti la maggiore a destra di 53mm a sede mesolobare a sinistra sede polare inferiore di 62x55mm
Non apprezzabili immagini iperecoiche da calcoli
non segni di dilatazione delle vie escretrici
Conservato il rapporto cortico midollare bilaterlamente

La dottoressa che ha fatto L'eco ha detto che queste cose non danno problemi alla funzionalità renale, se azotemia,creatinina sono ok.

Quindi sempre confermato che in ospedale fecero tanta confusione?

E' un altra cosa, visto che anche io sono iperteso e ho fatto la eco renale (negativa non c'e niente a me) forse è il caso di fare l'ecodoppler renale?
[#19] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le indicazioni all'eventuale doppler renale non sono di competenza urologica
Per il resto, pare confermata una siuazione di cisti renali multiple di medie dimensioni, situazione attualmente priva di interesse clinico.
[#20] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2006
capisco, comunque papà ha rifatto anche le analisi e qualcosa che non va c'è

ecco alcuni valori

Azootemia 69 --- valori rif15-50
Cretinana 1.6 ---- valori rif1,4
Uricemia 8.0 --- valori 3.4 - 7.0
Glugosio 138 --- valori rif 70-115

esami urine

cellule strati sup : numerose valore rif Alcune/assenti
---------------------------------------------------------------------------------

Protenueria Delle 24h --- 2000ml
Protenuria --- 0.12 g/die -- finoo a 0.15

-------------------

qualcosa al rene sembre non andare o sbaglio? però anche la ecografa ha detto che dall'eco non sembrava nulla di rilevante, ma le analisi sembrano dimostrare qualcos'altro

papà non accusa sintomi in particolare , se non un calore a gli arti inferiori..

c'e un po di preoccupazione. martedi va dal nefrologo con questo quadro clinico, che ne pensa?
[#21] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Vi puó esseere un modesto grado di insufficienza renale, condizionato dall'età e da un'assai verosimile lieve forma di diabete. Questo é indipendente dalla presenza delle cisti. Il nefrologo ovviamente potrá valutare direttamente con maggiore ragion di causa.