Utente 396XXX
Salve vorrei un vostro parere, so che è impossibile solo con un consulto online ma ci provo. un paio di anni fa ho cominciato a soffrire di tachicardia, improvvisamente iniziava a battermi il cuore molto forte e non riuscivo a farlo rallentare, ho fatto diverse ecografie cardiache ma a livello strutturale non c'è nulla, poi ho fatto un test da sforzo e diversi holter cardiaci, da cui risulta un aumento della frequenza, l'ultimo holter risale ad un anno fa e il referto dice: 431 ectopia ventricolare, 41 ectopia sopraventricolare, e 6 episodi di bradicardia, FC MEDIA 87 bpm, FC MINIMA 53 bpm, FC MASSIMA 145 bpm, si rilevano vari episodi di aritmia sinusale prevalenti durante il riposo notturno. mi hanno dato il betabloccante che ho preso per 1 anno. tra agosto-settembre ho notato che, anche se qualche volta mi dimenticavo il betabloccante, non avevo tachicardia e così ho smesso di prenderlo da circa 3 mesi, sono stata bene fino a ieri quando improvvisamente, mentre stavo seguendo un convegno, il cuore è come se fosse impazzito ha cominciato a battere velocissimo ho cominciato a contare i battiti ma superavano i 120 battiti prima della fine di un minuto e quindi mi sono presa il betabloccante ma non voleva rallentare nemmeno così, ho cominciato ad avvertire anche le extrasistole è stato davvero brutto, dopo 1 ora più o meno è tornato tutto normale. premetto che tutti i giorni prendo 1 solo caffè e anche dopo aver sospeso il betabloccante non mi ha dato più problemi e ieri prima di avere la tachicardia lo avevo preso non so se un solo caffè poteva scatenarmi un episodio di tachicardia così forte, perchè è stato davvero molto forte. aggiungo che prendo l eutirox (50mg) per l ipotiroidismo ma dalle ultime analisi risulta tutto normale (tsh 3,64 (valore di riferimento 0.34-5.60), ft3: 2,9 (2.2-3.9) ft4: 0,79 (0,60-1.12)). Vi prego datemi un consiglio, cosa dovrei fare? ormai ho provato di tutto anche lo psicologo ma disse che non avevo problemi, non so che altro fare, pensavo di essere guarita e ora torna l incubo: e se mi succede di nuovo?... mi scuso per il disturbo e grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile che lei soffra di tachicardia parossistica. In questi casi documentare il problema mentre è presente non è semplice....può provare a recarsi di corsa in un PS per fare un ECG durante le palpitazioni, ma il rischio è che comunque nel frattempo l'aritmia può esstre passata. Un'indagint con alte possibilità di diagnosi è lo studio elettrofisiologico ma di questo deve parlarne con un aritmologo, che le coniglio di contattare.
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2016
Salve la ringrazio tantissimo per la sua risposta, io qualche anno fa ci sono stata da un aritmologo ma mi disse che lo studio elettrofisiologico in assenza di qualsiasi esame positivo era sconsigliato, credo che farò qualche altra visita, ma nel frattempo se le posso chiedere una cosa che mi preoccupa da qualche anno, e cioè l aritmologo mi fece notare che nel tracciato in alcuni punti scompariva l onda P, cioè nel tracciato normale ad un certo punto ci sono tutte le curve tranne la P, si nota anche in altri holter che ho fatto, non mi disse altro però in questi anni ho cercato ma non sono riuscita a trovare informazioni, le posso solo chiedere se può avere un significato oppure no? la ringrazio tantissimo, cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
.....mi permetta di dissentire da un'affermazione che ritengo forviante .... "lo studio elettrofisiologico in assenza di qualsiasi esame positivo era sconsigliato" ... detto da un aritmologo è quanto mai almeno strano...Lo studio elettrofisiologico è l'esame diagnostico di riferimento per le aritmie cardiache proprio quando le altre indagini risultano negative....
Per quanto riguarda l'onda P che "scompare e compare" non è una diagnosi....ma è sicura di essersi affidata a un bravo aritmologo ?????
[#4] dopo  


dal 2016
Non saprei, allora devo rivalutare un po', la ringrazio tantissimo, cordiali saluti.