Utente 372XXX
Buongiorno il 15 ottobre mi sono sottoposta ad intervento di trasposizione tendinea estensori primo e secondo dito. Dopo 4 settimane di tutore iniziata la fisioterapia. Da subito dopo l'intervento mi sono accorta di non riuscire ad alzare il 5 dito che rimane in caduta e oltre a questo adesso mi ritrovo con un 4 dito a collo di cigno che se provo passivamente a fletterlo quando lo lascio come una molla ritorna alla sua posizione stecca cosa quando tolgo il tutorino che ha confezionato la fisioterapista. Sono un po preoccupata non tanto per il 5 dito che alla fine sta giù ma per il 4 . So che per la trasposizione e stato utilizzato un estensore del 5 e il flessore superficiale del 4 dito.
Ormai è un mese che faccio fisioterapia e non ci sono risultati...la fisioterapista non è ottimista e dice che molto probabilmente per il 4 dito l'estensore domina il flessore e che non c'è molto da fare e probabilmente dovrò subire un altro intervento. Vorrei sapere cosa è successo e se è normale che succeda questa cosa. Ed eventualmente cosa c'è da fare. Ho il controllo appena a gennaio ma sono preoccupata...grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non ci ha detto quale era la patologia di cui soffriva, nè da quanto tempo.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Una decina di anni fa ho subito diversi interventi in seguito a delle cisti tendinee recidivanti in uno di questi interventi purtroppo era stato inciso erroneamente il tendine del pollice con conseguente tenoraffia e intervento successivo di tenolisi. A maggio dopo incidente in macchina rottura sottocutanea di estensore 1 e secondo dito. Dopo quasi due mesi di immobilizzazione risonanza ed eco e visite da un ospedale ad un altro mi hanno inviato a Verona dal prof. Adani il quale ha eseguito la trasposizione.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Capito.

Difficile darle una risposta esatta, perchè solo chi ha eseguito l'intervento conosce dettagli a noi sconosciuti, indispensabili per capire cosa sia successo esattamente.

Anche io, di massima, non escludo un ulteriore intervento, ma le conviene farsi rivedere da Adani.
[#4] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta immediata, il professore Adani e stato trasferito a Modena recentemente ed è decisamente impegnato...spero possa vedermi presto per togliermi questi dubbi..le posso solo chiedere siccome ho letto molto per capirci qualcosa eventualmente un dito a collo di cigno con che tipo di intervento viene risolto? E prevede un post operatorio lungo con immobilizzazione? Anche se credo che non potrà rispondermi visto che ancora non si è capito perché il dito è così. ...grazie mille comunque le farò sapere..
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La terapia del collo di cigno non è univoca: cambia molto in funzione delle cause che lo hanno determinato e dalle condizioni locali dei tessuti.