Utente 372XXX
Salve gentili dottori, sono una ragazza di 24 anni e circa 10-11 mesi addietro ho estratto 2 denti del giudizio inclusi, il superiore destro e l'inferiore sinistro, che è quello che post-operazione mi ha dato più problemi e ci ha messo di più a guarire.
Qualche giorno addietro, 4 per la precisione, sentivo il labbro superiore sinistro come intorpidito leggermente e, dopo qualche ora, la sensazione si è estesa a tutta la guancia. Preoccupata chiamo il mio odontoiatra chiedendogli se potesse trattarsi dei denti in qualche modo (tra l'altro porto l'apparecchio Invisiling) e lui mi "rassicura", dicendomi che probabilmente è il nervo trigemino infiammato, magari dal freddo, che mi provoca questa sensazione, e che i denti non centrassero.
La sera noto che un leggero gonfiore sotto la mandibola sinistra, lo stesso punto dell'operazione di mesi fa, e sento il punto caldo. Non ho eccessivo dolore, quasi per niente, se non al tatto, come se avessi sbattuto.
Il giorno dopo decido di recarmi dal dentista, che mi visita e mi dice che i denti sono sani. Esegue una panoramica per fugare ogni dubbio su un possibile ascesso ma constata che non vi è nulla, e conferma la probabile ipotesi del trigemino.
Ora, sto prendendo un antibiotico per un infiammazione alla gola (con lingua bianca e il resto), e anche un antinfiammatorio mattina e sera (l'oki)
Secondo voi potrebbe centrare dopo mesi quell'operazione? E che quindi il nervo sia infiammato per questo?
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la rx ha escluso evidentemente la presenza di radici residue o lesioni cistiche, quindi non vi possono essere a distanza di tanti mesi correlazioni con l' estrazione del dente del giudizio inferiore, ed escluderei anche danni al n. Trigemino che adesso diventano sintomatici: tra l'altro, se la sintomatologia parestesica descritta è ascrivibile a questo nervo, sarebbe coinvolto il ramo Infraorbitario e non quello che innerva la mandibola, e che può essere danneggiato in un intervento di estrazione dell'ottavo inferiore.
Considerando l'infezione in atto è probabile che quel gonfiore sottomandibolare sia ascrivibile ad un linfonodo, che negli stati infettivi delle vie aeree superiori, faringe, ecc., aumenta di volume e può diventare dolorante, soprattutto se palpato.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 372XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dott. Palomba, anzitutto la ringrazio per la solerte risposta.
Si, effettivamente è plausibile l'ingrossamento del linfonodo, adesso che me lo ha fatto notare. Per quanto riguarda la parestesia e la supposizione che potrebbe essere stato danneggiato il nervo durante l'estrazione del dente, è possibile che si manifesti dopo tutti questi mesi?
E poi, secondo lei l'antibiotico prescritto dal mio medico (Supracef, 1 volta al giorno), può bastare a curare l'infezione e a far tornare alla normalità il linfonodo?
[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Una lesione al nervo Alveolare inf. si maifesta da subito, quindi escluderei questa ipotesi;
e comunque il nervo che viene danneggaito nell'estrazione di un dente del giudizio inferiore non porta la sensibilità del labbro superiore e della guancia.

Sulla terapia farmacologica non posso rispondere, deve fare riferimento al suo medico.

Cordiali Saluti