Utente 260XXX
Gentili Dottori,
da ormai 4 anni soffro di extrasistolia e sporadiche aritmie benigne avendo effettuato nel corso degli anni diversi accertamenti tra cui Holter (nel 2013: ritmo sinusale con fisiologiche variazioni di frequenza, 13 complessi sopraventricolari prematuri, 13 complessi ventricolari prematuri, analisi ST a 60msec dal punto J), visita cardiologica (2014: Conduzione AV e ripolarizzazione ventricolare nei limiti, bradicardia sinusale) e Ecocolordopplergrafia a riposo (2015: Lembi valvorai mitralici di spessore normale e minimo jet da insufficienza, atrio sinistro e cavità destre nei limiti con lieve accentuazione della banda moderatrice). Ogni anno faccio la prova di idoneità sportiva al cicloergometro.
Ho inoltre seguito e terminato con ottimi risultati un percorso di psicoterapia nel 2013 e sono in cura con Pantoprazolo e Malgradato per ernia jatale e cardias incontinente.

Malgrado questi rassicuranti esami strumentali ci sono alcuni episodi cui vorrei un interpretazione ed un eventuale soluzione al momento dell' insorgenza: ho notato che quando faccio uno sforzo, anche irrisorio, ma con inizio e fine improvvisi spesso si manifestano una o più extrasistoli più o meno forti (una volta ho fatto una lunga rampa di scale e una volta arrivato a sedermi ho avuto tre extrasistoli molto forti con lunghe pause tra una e l'altra). Mi è inoltre capitato di avere extrasistolia durante rapporti sessuali e perdere l'erezione per qualche minuto. oppure durante l'attività sportiva, se bevo anche un semplice sorso d'acqua appena terminato o durante la pausa tra un esercizio e l'altro si presentano diverse extrasistoli. Infine, l'altra sera mi è capitato che, alzandomi dal letto per andare in bagno, una volta ridistesomi sopra abbia avuto una decina di minuti di aritmia in cui il cuore batteva in modo totalmente irregolare (episodi già accaduti, in piscina e prima di addormentarmi, ma cui avevo sempre dato la colpa a cattiva digestione, cosa che in questa situazione mi pare inverosimile avendo terminato la cena 6 ore prima).

Concludo dicendovi che ho uno stile di vita attivo, sono mediamente sportivo, ho 29 anni, fumo 5 sigarette di media al giorno e bevo raramente alcolici. non bevo più caffè poichè quando li bevo ho giramenti di capo e palpitazioni per una mezz'ora abbondante.

Vorrei un vostro cortese parere dunque su questi episodi riportati e su come migliorare la mia qualità di vita perchè, pur non spaventandomi più in seguito alle visite ed ai percorsi fatti, potete capire quanto possano essere fastidiose queste manifestazioni quotidiane, e se consigliate una visita da un cardiologo specializzato nel ritmo e la conduzione malgrado i numerosi accertamenti già svolti.

Vi ringrazio inoltre caldamente per il servizio che fornite agli utenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' verosimile che l'incontinenza cardiale le provochi quualche banale extrasistole (per quanto fastidiosa).
Sarebbe importante verificare con un ECG sotto sforzo il comportamento della aritmie da lei segnalate.
Si tranquillizzi, tuttavia

Arrivederci

cecchini