Utente 361XXX
Circa tre mesi fa ho sollevato un motomezzo di lavoro (carico parzialmente di oggetti) perché durante un'improvvisa frenata il ciclomotore stava per cadere sul lato sinistro. Naturalmente è stato il braccio sinistro con la mano sin. girata verso l'ulna, a sostenere inizialmente il peso e a sollevarlo e quando anche il braccio destro è potuto intervenire. Sul momento non ho accusato dolore, poi nel pomeriggio facendo i miei esercizi da dilettante di pianoforte, accusavo un dolore acuto quando giravo la mano verso l'esterno e una leggera limitazione del movimento in direzione ulnare dorsale con un ulteriore accentuazione del dolore quando oltre a girare la mano allargavo le dita della mano. Purtroppo ho ritenuto il dolore cosa di poco conto e ho continuato a lavorare anche i giorni successivi, curandomi con ghiaccio, pomata analgesico-antinffiamatoria e qualche giorno dopo con un polsino elasticizzato. Adesso già da qualche settimana il dolore acuto è passato ma è rimasto un indolenzimento sempre nei movimenti sopra descritti con in più uno scricchiolio nella zona dell'articolazione ulnare quando ruoto l'avambraccio da verso l'esterno all'interno.
Due settimane fa visto la persistenza dopo tanto tempo di questi fastidi al polso ho deciso di andare da un ortopedico. Il quale da un esame obiettivo della parte dolorante mi ha detto che non c'era nulla di grave ma mi ha prescritto una RMN senza liquido di contrasto e nel frattempo riposo e 4 giorni di compresse antiffiammatorie FANS e mi ha rimproverato benevolmente, che avrei dovuto andare da uno specialista subito perché mi avrebbe ingessato o prescritto un tutore rigido per un certo periodo di tempo. Adesso mi hanno consegnato l'esito della RMN che dovrò far visionare all'ortopedico martedi p.v. Mi permetto di scrivere l'esito: "Sono presenti alcuni artefatti da movimento che limitano in parte il diagnostico. Lo studio dimostra specie nelle sequenze STIR, un'alterazione di segnale circostante il pisiforme con incremento della quota fluida articolare a livello dell'articolazione con l'osso piramidale. Non si apprezzano sicure aree di alterato segnale a carico delle strutture ossee in esame. Non evidenti alterazioni di segnale alla fibrocartilagine triangolare. Nei limiti il legamento collaterale ulnare del carpo e radiale. Non aree di alterato segnale a carico dei flessori e degli estensori. Si rimanda a valutazione specialistica."
Per favore potrei sapere gentilmente, nei limiti di quanto scritto, se lei può sbilanciarsi a dirmi che tipo di lesione ho avuto?
Grazie e distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

ci sono generici segni del recente trauma distorsivo, ma non sono segnalati danni anatomici.

Dovrebbe recuperare in modo completo dopo un periodo di riposo.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Salve dott. Leccese.
Grazie innanzitutto per la sua cortese e chiara risposta. Oggi pomeriggio sono stato dall'ortopedico per fargli visionare la RMN al polso sin.. Mi ha confermato quello che lei mi ha già anticipato che non ci sono danni anatomici al polso e mi ha consigliato un ciclo di 10 sedute di laserterapia e ultrasuoni ad immersione. Per quanto riguarda il mio lavoro, se non è particolarmente pesante di riprenderlo e di tenere il polsino fino al termine delle 10 sedute di terapia. Mi ha consigliato anche di evitare pesi agganciati o sollevati con la mano sin. fino a un mese dopo la terapia. Stesso periodo di riposo nello studio del pianoforte (dato che determinati movimenti della mano in articolazione verso l'esterno e in allontanamento delle dita mi procurano ancora un leggero dolore ma data la ripetitività di tali movimenti potrebbero causare un'ulteriore infiammazione alla articolazione. Una domanda, cosa significa: "alterazione di segnale tra osso pisiforme e piramidale" che era scritta nella risonanza magnetica.
Grazie ancora e distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sono quelle parole "misteriose" che usano i radiologi per "darsi un tono"....

Scherzo, ovviamente.

Alterazione del segnale indica una possibile presenza di un fatto infiammatorio o post-traumatico.
[#4] dopo  
Utente 361XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la sua cortesia e competenza. Cordiali saluti e buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.