Utente 864XXX
Gentili Dottori,
dopo due anni di infruttuosi tentativi alla ricerca di una gravidanza e tutti gli esami di prassi che hanno escluso cause che riguardassero me (ho 32 anni), mio marito si è sottoposto a spermiogramma dal quale si è evinta una oligospermia severa (5.000.000 ml). Dalla serie di esami eseguiti successivamente non si è però ottenuta una causa di tale oligospermia, tanto che l’andrologo che ci ha seguiti ha semplicemente detto a mio marito che a un certo punto gli spermatozoi erano semplicemente “finiti” senza nessuna causa e che ci consigliava di rivolgerci ad un centro per la fecondazione assistita per effettuare una FIVET. Ora mi domando: può una oligospermia non avere causa e non essere curabile a tal punto da dirottarci direttamente ad una Fivet? Vi prego di darmi un parere, siamo molto preoccupati e titubanti della strada de seguire. Grazie, saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Moiso
28% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la risposta alla sua domanda è si, considerando che non ho a disposizione la storia clinica e gli esami di suo marito ma sapendo che è già stato seguito da un collega andrologo. L'indicazione a ricorrere ad una metodica di fecondazione assistita (FIVET o ICSI), sempre sulla base di quello cha ha descritto, è corretta.
Nel caso non le sembri di aver avuto tutte le risposte possibili non esitate a chiedere un secondo parere tramite altra visista andrologica.
Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregia signora,
il 30% delle alterazioni spermatiche maschili si chiama "idiopatica" poichè non è riscontrabile una causa con gli esami di laboratorio. Si parla di errori di sviluppo embrionario, o di alterazioni genetiche. In ogni caso l' indicazione è corretta,e comunque lei è giovane. Eventualmente può sentire qualche altro collega se le cose non la hanno soddisfatta
[#3] dopo  


dal 2008
Gentili Dottori,
infinitamente grazie per le tempestive e professionali risposte. La procedura della fecondazione assistita è un mondo per me assolutamente nuovo e come tale mi spaventa molto.. per di più non avevamo minimamente considerato un eventuale problema a carico della fertilità di mio marito in quanto a circa 25 anni ha concepito naturalmente un bimbo, evidentemente il problema è sorto successivamente..
Nuovamente grazie per il servizio che fornite. Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,
come sempre sostengo nelle mie risposte ad analoghe richieste non me la sentirei di ritenere "intrattabile" un maschio che abbia già avuto la possibilità di fecondare una donna, sulla base di un unico ( così sembrerebbe dalla sua lettera) esame del liquido seminale.
Troppi sono i fattori di errata valutazione o di errore!!
Se così fosse, chieda a suo marito di ripetere l'esame del liquido seminale e con le due risposte valuti di consultare uno specialista che possa , eventualmente, cercare di "fare una diagnosi" prima di decidere il ricorso ad una procedura di PMA che . peraltro potrebbe essere soluzione idonea, a conclusione del processo diagnostico.
A Catania potrà trovare specialisti validi
Cari saluti