Utente 106XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 33 anni,
scrivo per avere un aiuto su un problema di cui soffro.
Da un pò di tempo, ho una diminuizione di potenza sessuale. Nel senso che durante l'erezione il pene è meno duro rispetto a prima e con una circonferenza minore. Inoltre l'erezione ha anche una minor durata rispetto a prima. Questo avviene anche con la masturbazione quindi ho pensato che non si tratti di un problema psicologico (anche perchè l'erezione è abbastanza per un rapporto sessuale).
Inoltre ho eseguito esami ormonali e dello sperma, in cui i valori sono risultati rientranti nella norma. Da sottolineare che non soffro di un calo del desiderio, e
l'eiaculazione avviene senza problemi.
Si tratterà quindi di un problema di riempimento delle arterie o delle vene che fanno affluire sangue al pene ?

Ringraziando in anticipo,
cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile lettore, il deficit erettivo sia esso di mantenimento che di raggiungimento in un soggetto giovane ha generalmente una genesi psicologica (stress, emotività, ansia, etc) che poi innesca un meccanismo di paura di fallire e fallimenti che si automantiene portando il soggetto a perdere sicurezza e fiducia nelle proprie performance sessuali. Io le consiglio di sentire un Andrologo che possa ascoltarla e decidere sull'opportunità o meno di valutare lo stato circolatorio arterioso e venoso del pene mediante ecocolordoppler dopo farmacoiniezione.

Un cordiale saluto

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credoc sia necessaria una valutazione specialistica andrologica nel cui contesto si potrà eseguire anche un ecodoppler penieno