Utente 392XXX
Buonasera Dottori.

Faccio prima la classica e doverosa premessa: soffro da anni di ansia, e sono seguito per questo problema. Ho 37 anni.
Da voi vorrei capire se è normale avvertire la frequenza sempre irregolare, con in particolare queste lunghe pause che avvengono tra un battito e l'altro.
Non mi riferisco alla classica extrasistole che si avverte pienamente, ma a delle pause, lunghe, che sento poggiando il dito sulla vena del polso oppure semplicemente stando sdraiato con la testa sulle mani o sulle braccia.
Dal 2003 convivo (male) con il polso irregolare, ma in questo periodo tali pause sembrano più lunghe. Inoltre avverto sempre una sorta di ondata interna, tra il petto e lo stomaco, e anche da lì ho l'idea di pause lunghe del cuore.
È preoccupante? Perché a sentirle così lo è.

Per quanto possa servire riporto l'ultimo ecg fatto, risalente a novembre 2015:

Ritmo sinusale normofrequente, 100 bpm, normale conduzione av e iv, ripolarizzazione ventricolare nei limiti, modesta tachicardia sinusale.
PR 0,18 a 0,18
QRS 0,08 a 0,08
QT 0,32 a 0,32

Vi ringrazio!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
E' difficile conciliare la sua descrizione anamnestica, che farebbe pensare a una bradicardia, con i dati oggettivi di un ECG basale che invece segnala una modesta tachicardia sinusale intorno a 100 bpm!
Se vuole vedere come batte il suo cuore in 24h, deve applicare un Holter ECG/24h e tutto sarà finalmente più chiaro.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Pensavo di fare una visita cardiologica con annesso ecg e eco (180 euro), ma cercherò di fare l'holter.
Ma per le pause lunghe che avverto, dipendono dalla bradicardia?
La ringrazio dottore.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Dal suo ECG lei era lievemente tachicardico (100 bpm)
Si misuri i battiti e verifichi:
>80bpm è tachicardico
<60bpm è bradicardico

E' una cosa che può fare lei stesso ma non io via computer.
Se è molto bradicardico le pause lunghe possono essere reali.
Diversamente sono una sua percezione soggettiva.

Io le ho consigliato l'Holter ECG come primo step per valutare la sua attività elettrica cardiaca.
Ciò non toglie che è libero di gestire liberamente i consulti sul suo cuore.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore.
in attesa di poter fare l'holter, ho pensato di farmi una specie di scheda personale calcolando il mio battito durante il giorno, misurandolo dal polso.
La frequenza in movimento oppure dopo pranzo raggiunge i 90, in piedi però senza fare nulla di che si aggira tra i 72-78, mentre seduto come in questo momento davanti alla tv sfiora appena i 60.
Quando invece sono sdraiato a letto, in tarda serata, scende tra i 52-56 ma a volte l'ho sentito arrivare a 48...
E appunto, quando la frequenza si rallenta, sento delle pause a più lunghe, e una specie di vuoto nel petto, specie in concomitanza dell'espirazione.
Pensavo potesse essere utile riportare questa auto analisi prima di poter fare il benedetto holter.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se non ha nulla da fare può annotare tutte le frequenze cardiache durante le azioni che svolge nella giornata.
Ovviamente più dettagliato è il diario più informazioni acquisisce.
Beato lei che ha tutto questo tempo e anziché divertirsi o lavorare lo spreca per queste stupidaggini.
I valori di frequenza che riporta sono normali.
Saluti,
Dott. Caldarola.