Utente 417XXX
Buonasera
Ho 32 anni e dalla nascita ho sofferto di fimosi che mi ha creato non pochi problemi. Una volta a seguito di un rapporto ho iniziato ad avvertire dolori in sede scroto inguinale sin e col passare del tempo forti bruciori alla minzione. Convinto fosse per la fimosi mi sono recato da un andrologo che mi ha diagnosticato una balanopostite, fimosi e ipersensibilità del glande. Mi sono operato e con grande stupore il mio medico mi ha fatto solo una postectomia parziale perche' a suo dire la totale "non si fa più". A farla breve sono passati tre mesi dall'intervento dove mi hanno sottoposto a continue medicazioni e ginnastica prepuziale molto dolorose, e non solo nn ho risolto poiche' adesso è il glande ad essere stretto e il dolore scroto inguinale non è passato anzi aumenta in maniera considerevole dopo l'eiaculazione.
La cicatrice è piuttosto antiestetica e definita ipertrofica dal chirurgo che mi ha operato, o dolore sotto alle vene del pene, il pene è sempre freddo, e mi hanno diagnosticato tm ecografia un'epididimite. (Esame sperma negativo)
Ho cambiato piu' specialisti e fermo restando il fatto che io mi debba rioperare non riescono in nessun modo a farmi passare questo dolore. Ho provato antibiotici e antinfiammatori di ogni tipo.Non so dove sbattere la testa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non vedo la relazione diretta tra la fimosi,la postectomia e la sintomatologia pelvico/scrotale.,e,analogamente,con il freddo al glande...Se non riesce ad evaginare il prepuzio sul glande,risolva chirurgicamente il problema.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno
Forse nn mi sono spiegato bene,lungi da me voler ipotizzare legami, se non quello dettato della sfortuna :)
Fermo restando l'intervento che dovro' rifare rimango con questo dolore scrotale che nn passa. L'ecografia dice
"L'epididimo di sin appere ingrandito e modicamente disomogeneo. L'epididimo di bx appare lievemente disomogeneo. Il quadro potrebbe essere ricondotto a flogosi dell'epididimo bilaterale"(io ip dolore lo sento solo a sinistra)
Ho preso numerosi antibiotici (l'ultimo, amoxicillina+acido clavulanico)solo le urine sono risultate positive al proteus mirabilis.
Quando, per vedere se sto meglio, provo a riavere rapporti con mia moglie, il dolore è cosi' forte che si estende da un lato quasi fino al perineo e dall'altro nella pancia migliora solo con un antinfiammatorio.
Vorrei solo avere una vita sessuale normale
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le é stata diagnosticata un'epididimite,che va curata.Inoltre,mi sembra di capire che sia in sovrappeso.Se così fosse,il dolore nei rapporti,considerando che l'erezione comporta una risalita dei testicoli in addome,é giustificato.Altro,senza poter vedere,sarebbe frutto di fantasia.Cordialità.