Fastidio testicolo sinistro, basso ventre e schiena

Buonasera a tutti,
Vi scrivo perché è ormai una settimana che ho un leggero fastidio al basso ventre sinistro, uno di quei fastidi come se partissero dal testicolo sinistro (o poco sopra dello stesso), e che si potrae fino alla parte bassa della schiena, per dir la verità più su fianco sinistro basso, come se fosse tirata una corda.
Ho fatto l’autopalpazione del testicolo, senza riscontrare alcun nodulo/massa strana. Inoltre ha sempre la stessa forma e dimensione.
Settimana scorsa notavo che quando alzavo e piegavo la gamba sinistra (sporgendo contemporaneamente il busto in avanti) il fastidio alla schiena aumentava.
Sono un ragazzo di 29 anni, sono mesi che ormai soffro di colon irritabile e per questo motivo ho provveduto a fare tutte le analisi del sangue (con tutti esiti negativi) + ecografia addome totale sabato scorso.
Durante questa ecografia la dottoressa mi ha detto che gli organi sono tutti ok, reni nella norma, segnalava la presenza di meteorismo (dovuto al colon irritabile). Si notava, invece, che ho avuto una prostatite (lo notava da calcificazioni presenti nella prostata, sintomo, diceva lei, che il sistema immunitario aveva curato di per se questa prostatite).
Cosa posso fare? A chi mi posso rivolgere per questo fastidio? Credete sia dovuto al colon irritabile?
Grazie mille per un vs feedback
[#1]
Dr. Andrea Bottai Urologo, Andrologo 2,7k 131
G.le utente
Non è semplice darle i consigli giusti senza visitarla e comprendere bene i sintomi. Le calcificazioni prostatiche sono esiti di infiammazioni. Non è detto che ci sia una infiammazione in atto. Provi a discuterne col suo medico curante che sicuramente la saprà consigliare al meglio. A presto

Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#2]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

come ha ben compreso pure lei, in questi casi, da questa postazione e senza una valutazione clinica precisa e diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la vera causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per i vostri feedback!
Era giusto per capire l'entità della situazione dato il fatto che le analisi del sangue fatte sono tutte ok e l'eco grafia mostra tutto ok tranne queste calcificazioni segno di una infiammazione che non si sa quando è avvenuta. Prenoterò quindi una visita.
Quindi Dott. Bottai potrebbe anche non essere un'infiammazione ma qualcos'altro? C'è da preoccuparsi per cose molto gravi?

Grazie
F
[#4]
Dr. Andrea Bottai Urologo, Andrologo 2,7k 131
Dalla descrizone dei sintomi non penso sia niente di grave. Ne discuta col suo medico curante che saprà comprendere se è una cosa da niente. A presto
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille
Buona serata
[#6]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,7k 1,2k 1k
Gentile lettore,

se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-e-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio