Utente 419XXX
Gentilissimi Dottori.
Ogni tanto a distanza cadenzale, soprattutto in periodi come questo in cui non ho vita sessuale attiva, questo dilemma del frenulo corto.
Cerco di spiegare tutto in breve e di essere conciso.
Ho un frenulo corto oggettivo, diagnosticato dai veri medici ( Andrologi/Urologi) con tutte le caratteristiche correlate ad esso(glande che tira verso il basso, etc.etc.). Riesco a scoprire totalmente il glande ma non si distende del tutto la pelle che ricopre il prepuzio.
Premetto che la mia vita sessuale non ha mai avuto problemi per questo, ho sempre avuto una vita sessuale normale e avere rapporti normali senza avere dolori e fastidi a parte qualche "tiramento" a volte che sento ma nulla che m'impedisca d avere un rapporto sessuale normale.
Il mio problema è più psicologico, nel senso che sento come se dovessi camminare con prudenza(ma solo quando ci penso) e come se avessi qualcosa che non mi faccia sentire totalmente libero.
Ho avuto sempre pareri discordanti dai vari Andrologo in cui ho fatto visite di routine per controlli generali di tanto in tanto.
Tutti hanno detto che il frenulo è corto ma sulla possibilità di un operazione ho avuto sempre pareri discordanti.
Chi mi ha detto di fare la frenuloctomia. Chi ha detto che non era necessario e chi ha detto che dovevo valutarlo solamente io in base all'ipotetico "fastidio".
Ora ho trovato un Andrologo di fiducia e continuerò ad andare lì.
Quest'ultimo medico mi ha detto che secondo lui non ce n'era bisogno di operare, perché anche se il frenulo è oggettivamente corto(su questo non ci piove) non vuol dire niente perché non dandomi problemi reali e impedimenti sessuali si può evitare la frenuloctomia che può far sorgere altri problemi(percezione di sensibilità divers,etc.etc.) e mi ha detto che il mio è un problema più psicologico e che dovrei affrontarlo pù con uno psicologo.
Lui mi ha detto: "soltanto tu puoi decidere se farlo e no. e non ti porta problemi reali non è necessario".
Io mi rendo conto che è un problema psicologico, perché mi viene fuori soprattutto in periodi in cui non ho vita sessuale attiva, periodo come questo, se non ci penso e valuto il passato, non ho mai avuto disagi sessuali a parte ecco il problema psicologico se ci penso nel senso che se ci rifletto sopra do un peso rilevante a questa cosa.
Io volevo semplicemente un vostro parere a riguardo e se vi trovate d'accordo con quello che mi hanno detto i vari medici in cui sono stato a visita.
Ringraziandovi anticipatamente per la cortese attenzione vi porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua le indicazioni del suo attuale andrologo di fiducia che sono completamente condivisibili.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 419XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo Dr. Beretta,

La ringrazio per il suo parere, celere, chiaro e conciso.

Cordiali saluti.