ansia  
 
Utente 420XXX
Ciao dottori, vi ringrazio già in anticipo se mi rispondete
Sono un po' di mesi che soffro d'ansia e sono stato dalla psicologa che mi ha fatto un po' capire cosa ho e calmarmi, però ho sempre questa paura che devo morire per qualche problema al cuore.. Ultimamente ho fatto analisi del sangue dove è uscito tutto apposto, pressione intorno ai 120/60, però da quasi due settimane sento nel mio stomaco qualcosa che non va, sento molta acidità, a volta per niente ma a volte tanta, e ho spesso nausea e dolori forti a stomaco e addominali, collegati anche al petto perché ho dolori anche lì, proprio alla sinistra del cuore, vicino l'ascella, come una fitta che si presenta per qualche secondo e poi ricompare dopo ore o minuti, ammetto che sono molto ansioso e insieme a questi disturbi gastrici ho un senso di malessere generale, come se avessi l'influenza ma in realtà non ho nulla, e si sono presentati ultimamente i linfonodi del collo un po' gonfi che mi porto dietro da 2 mesetti.. Volevo chiedervi cosa potrebbe essere quel dolore al petto che da tanto fastidio, quel ''bruciore allo stomaco'' e qual senso di malessere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lei ha un'ansia patologica e non mi pare che la psicoterapia abbia a lei fruttato granché.
Il bruciore e L'acidità sono riconducibili a una sindrome da reflusso gastrico che potrebbe spiegare la fitta sternale.
In quanto al malessere generale chieda al suo medico degli esami di routine e si faccia visitare: e'pagato per questo.
Dimenticavo: di cardiologico non ha nulla.
Saluti.
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille dottore, molto gentile!!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prego,
arrivedereci.
Dott. Caldarola.