Utente 395XXX
Buongiorno alla visita medica per dolore dietro la base del collo con conseguente dolore al braccio e scapola ,l'ortopedico rileva diagnosi cervicobrachialgia con infiltrazioni;miotens;fenextr, cerotto fit.A tutt'oggi e da giugno risultato zero continua a persistere dolore . Alla base del collo solo sulla sinistra lateralmente si evidenzia un gonfiore che al tatto da un dolore lancinante che si protrae a tutto il braccio.ci sono giorni che non riesco nemmeno a muovere il collo.Chiedo per favore un consiglio a voi perché il dolore é tanto e davvero insopportabile grazie
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Va premesso che "cervicobrachialgia" non è una patologia ma un sintomo, in quanto significa semplicemente "dolore che dal collo si irradia all'arto superiore". Quindi essendo un sintomo non può essere una diagnosi, che invece individua una patologia specifica (per lo più a partenza dalla degenerazione di uno o più dischi cervicali, ma in alcuni casi con origine extra-rachidea), riconosciuta la quale si può decidere qual è il trattamento appropriato. Le suggerisco di cercare un secondo parere facendosi visitare da un ortopedico, meglio ancora se esperto in chirurgia vertebrale.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Ringrazio Dottore per suo consiglio, nel frattempo prima di ricevere Sua risposta ho effettuato raggi alla colonna cervicale , la risposta del referto è :
"atteggiamento paramorfo dx convesso del segmento cervicale con rettilineizzazione della fisiologica lordosi in paziente con segni di artrosi spondilo unco apofisaria. Ridotto d'ampiezza posteriormente sopratutto l'interspazio C5 C6 .
Chiedo è possibile vi sia un ' ernia discale? A seguito poi di dolore lancinante di notte ho dovuto recarmi al pronto soccorso a cui mi hanno sottoposta a inieizioni di cortisone e antinfiammatori sostenendo anche li , che ho una postura scorretta in ufficio.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Purtroppo dire "dolore braccio e scapola" non fornisce nessuna informazione sulla reale sede del dolore, sulla sua tipologia, sulle sue caratteristiche, sulle modalità di insorgenza e di remissione, ecc. Conoscere il decorso del dolore nel braccio, come pure sapere se il dolore arriva alla mano e in particolare in quali dita, permette di sapere quale radice nervosa è interessata e quindi ipotizzare il livello di una eventuale protrusione /ernia del disco. Il dolore alla scapola, spesso accompagnato da dolore anche al pilastro anteriore della ascella (tanto che spesso soprattutto le pazienti di sesso femminile lamentano "dolore al seno") fa pensare a un interessamento della radice C6, che potrebbe essere compatibile con la discopatia C5-C6. Il chirurgo vertebrale che La visiterà saprà essere più preciso e decidere gli eventuali accertamenti che gli (=al medico) potrebbero servire. Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
ringrazio infinitamente Dottore per le Sue risposte. Cordiali saluti