Utente 420XXX
Salve , il 6 agosto a seguito di uno schiacciamento in un cancello , ho subito una ferita lacero contusa(a forma di semicerchio) al secondo dito della mano sinistra sulla terza falange (centro del polpastrello).Fortunatamente non ho riportato fratture e mi sono stati applicati 4 punti di sutura che ho medicato in ospedale regolarmente e seguito terapia antibiotica. Le garze sembravano sempre più maleodoranti e sentivo la parte pulsare perciò all'ottavo giorno (14 agosto) non convinta della situazione mi sono rivolta ad un'altra struttura dove mi hanno rimosso i punti di sutura, con diagnosi di ferita inveterata e suppurata . Il medico chirurgo ha effettuato le medicazioni per i primi tre giorni assicurandosi che non ci fosse altra fuoriuscita di pus. Dal (16 agosto) mi è stato consigliato di sospendere la terapia antibiotica e lasciare la ferita scoperta applicando qualche goccia di mercurio . Sono un tantino preoccupata visto che ho difficoltà nel muovere il dito che appare gonfio e infiammato ,se cerco di distendere la falange sento tirare all'interno in corrispondenza del letto ungueale anche se l'unghia appare piuttosto bianca e nel frattempo non è cresciuta per nulla, l'area del taglio a semicerchio al tatto sembra come una bolla d'aria incallita che non mi permette di avere sensibilità. Ho timore che possa esserci ancora una probabile infezione in corso e vorrei sapere se le mie sensazioni possano essere legate alla normale guarigione della ferita. Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

si tratta di attendere i normali processi di guarigione di questo tipo di ferite, non molto rapidi.

L'unica cosa che va scongiurata è l'infezione, ma per noi è impossibile farlo a distanza.

Ciò può essere valutato solo direttamente dal Collega che ha fatto le medicazioni.

E' normale un certo gonfiore e la limitazione del movimento, ma deve evitare di fare irrigidire le articolazioni interfalangee tenendo fermo il dito.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2016
Gentilissimo Dott. Giorgio Leccese,
la ringrazio per la Sua risposta.
Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.