Utente 406XXX
Buongiorno, vi elenco una lista completa dei sintomi in attesa degli esami strumentali (che ho già prenotato) per chiedervi un'ipotesi diagnostica.
Da molto tempo ho un problema apparentemente impossibile da risolvere. Il tutto è iniziato diversi anni fa, almeno 4-5, con il solo sintomi del gocciolamento post-minzionale, di cui mi sono accorto a causa della sensazione di fuoriuscita di residui urinari dopo alcuni movimenti.

- gocciolamento post-minzionale (che dura da diversi anni) con necessità di movimenti specifici per cercare di svuotare la vescica e il tutto si risolve in qualche minuto. Non ho mai perdite di urina spontanea a parte quelle post-minzionali. Questo è il sintomo che mi causa maggiore disturbo, soprattutto quando mi trovo in luoghi pubblici
- getto di urina debole tendenzialmente debole, a parte rare volte, comunque più debole rispetto ad anni fa
- necessità di contrarre i muscoli della vescica alla fine della minzione per svuotare la vescica dell'ultimo residuo
- a volte mi sveglio di notte a causa della necessità di urinare (ma questo accade a periodi altalenanti)
- la quantità di urina a volte è ridotta
- ultimamente, ho notato una leggera perdita della forza dell'eiaculazione, sebbene non costante
- a volte lo sperma presenza una strana consistenza e dei grumi
- ultimamente, il colore dello sperma è spesso giallo/verde (sebbene non sempre)
- non ho mai avuto conseguenze importanti sull'erezione, anche se in alcune posizioni noto una facilitazione mentre in altre è più debole ma sempre efficiente
- durante defecazione, specialmente sotto sforzo, ho delle perdite di sperma
- dopo l'eiaculazione, ho delle perdite di sperma nei minuti successivi
- non ho dolori pelvici, bruciore o altri sintomi dolorosi rilevanti
- spesso, lo stimolo per la minzione è definibile come un "fastidio" piuttosto che come la sensazione di avere la vescica piena; in altre parole lo potrei definire come la sensazione di avere la vescica irritata/infiammata

Negli ultimi due anni ho fatto alcuni esami, in base all'ipotesi diagnostica di prostatite.
Due cicli di antibiotici di 3 settimane ciascuno, in tempi diversi, senza il minimo miglioramento.
Ecografia addome completa che ha mostrato prostata di dimensioni normali e svuotamento completo.
Palpazione della prostata con referto "leggermente dolente alla palpitazione"
Esami delle urine (due volte) negativo

Ho prenotato altri esami, analisi del liquido seminale completo (anche valutazione della fertilità), altra visita urologica, urinoflussometria.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci scrive farebbe pensare ad un problema infiammatorio delle vie uro-seminali, prostata compresa.

Comunque, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html

http://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Per favore potete aiutarmi a capire i risultati dell'esame del liquido seminale?

SPERMIOGRAMMA
volume 4.0ml
Colore bianco/grigiastro
Ph 7.9
Viscosità nella norma
Nemaspermi 14
Numero totale 56
Motilità
Progressiva 43
Non pregressiva 11
Immobili 46
Morfologia
Normali 20
Anomalie della testa 53
Collo e tratto intermedio 25
Anomalie della coda 0
Residui citoplasmatici 2
Vitalità 57
Agglutinazione assente
Commento alcuni leucociti

Spermiocultura ricerca di candida e batteri patogeni negativa

Ureoplasma ricerca di U. Urealyticum e microplasma hominis negativa

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

indagini tranquilizzanti , sostanzialmente nei limiti della norma comunque ora e' bene risentire in diretta sempre il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore, sarà fatto.
Ma quindi dati i sintomi e gli esami fatti quale potrebbe essere la diagnosi?
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una diagnosi definitiva solo il suo andrologo di fiducia gliela puo' dare e comunque alcune indicazioni piu' precise le puo' sempre trovare nei link suggeriti nei due post da lei aperti in contemporanea sul sito.

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 406XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,

Ho scritto un post simile qualche mese dopo aggiungendo però alcuni sintomi.
Ma la diagnosi di sospetta di prostatite non è quindi confermata dall'analisi dello sperma negativo a batteri etc?
I valori sono normali riguardo alla fertilità?
Ho letto i link che mi ha suggerito. I trattamenti finora provati non hanno funzionato. Lei aveva suggerito un'informazione in entrambi i post, l'esame che ho fatto su suo consiglio cosa può dire a riguardo?

Farò la visita specialistica tra qualche giorno.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'esame fatto è nella norma e non suggerisce la presenza di una infiammazione delle vie seminali, prostata compresa.

Ancora un cordiale saluto.