Utente 286XXX
Salve dottori, scrivo per avere un parere su questa situazione. Soggetto di 68 anni.
DTd 51.6 mm
SIVd 12,5 mm
PP 12 mm
FE 60%
Atrio sx 48 mL/mq. Radice aortica 44 mm. Aorta ascendente 44 mm a circa 4 cm dal piano valvolare.
Aneurisma dell'aorta ascendente, a pareti calcificate e della radice aortica. aumento del volume atriale sx. Normale diametro del ventricolo sx. Aumento degli spessori parietali. nei limiti della norma gli indici di funzione sistolica del ventricolo sx. non grossolane alterazioni della cinetica segmanataria. Normale diametro del ventricolo dx e della VCI che mostra fisiologiche escursioni respiratorie. Normale funzione ventricolare dx (TAPSE 23 mm). Lieve aumento del diametro dell'atrio dx. normale giunzione epi-pericardica. al color doppler: insufficienza mitralica di grado lieve. insufficienza aortica di grado moderato con jet eccentrico rivolto verso il LAM. Insufficienza tricuspidalica di grado lieve-moderato con valori di PAPs calcolata pari a 40 mmHg. Pattern trans mitralico monofasico.
E' stata trovata anche una fibrillazione, non scomparsa con cardioversione e la terapia (nuova) consiste in pradaxa, amiodar(per 3 gg e poi 1 volta al di se non erro! ) e lasix(2 vv a sett.).
Potreste spiegarmi meglio la situazione ? Quanto è rischiosa? La fibrillazione si può risolvere?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il paziente presenta una dilatazione del aorta ascendente che va seguita nel tempo per valutare una soluzione chirurgica.
Non so se il paziente sia ancora in fibrillazione arrivale oppure se abbia episodi di f.a,morosa istiga perché sta assumendo amiodarone e anticoagulanti.
La cosa importante è che il paziente mantenga valori pressori ben controllati , sotto i 120/70 mmHg perché dal risultato dell eco e le dimensioni della aorta parrebbe un soggetto iperteso.
Il Lasix ogni tre giorni non serve assolutamente a niente.

Arrivederci

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 286XXX

Iscritto dal 2013
Dottore, lunedì sarà visitato da un altro cardiologo proprio perchè non siamo pienamente convinti di come si sta procedendo. Hanno detto che si sarebbe proceduto prima col sistemare il problema della fibrillazione continuando con il monitoraggio dell'aneurisma attraverso controlli( a Dicembre il prossimo). Il lasix ogni 3 gg è poco?Dottore cosa dovremmo fare, intendo a livello pratico nella quotidianità? Altra cosa, non prende protezione per lo stomaco e l'addome è molto gonfio e duro. Hanno detto che è l'effetto collaterale della cura ma non c'è modo di risolverlo il gonfiore? Dottore mi dica cosa fare...siamo seriamente tutti preoccupati. La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non e' certo possibile prescriverle una terapia per via telematica : oltre che ad essere proibito dal sito sarebbe estremamente presuntuoso, non conoscendeo il paziente.
Ci sono tuttavia dei principi generali al quale e' intelligente attenersi:
- eliminare il sale aggiunto nella dieta
- bere abbondantemente acqua
- se necessaria terapia con furosemide associare sempre un antialdosteronico controllando attenrtamente azotemia creatininemia ed elettroliti
- mantenere la pressione arteriosa al di sotto dei 120/70 mmHg
- la possibilita' di una cardioversione elettrica o farmacologica od un tentativo di ablazione della stessa dipende da molti fattori quali le dimensioni dell'atrio, la risposta farmacologica, etc...

Arrivederci

cecchini