Utente 882XXX
Salve a tutti,
io devo effettuare una operazione di circoncisione e frenuloplastica a causa della presenza di unafimosi e del frenulo breve. Il problema è che dal 27 Novembre al 18 di gennaio effettuerò un viaggio in Thailandia del Nord, Laos e Cambogia. Ho già svolto tutte le visite routinarie preoperatorie all'urologia dell'ospedale di Verona e sono in attesa di fissare la data dell'operazione. Ho cercato di anticipare la data dell'operazione per essere sicuro di partire senza eventuali patemi post-operatori ma in reparto intendono fissare la data dell'operazione tra il 10 ed il 15 di Novembre dicendo che entro una settimana dovrei essere a posto. Ora dato che mi risulta che il decorso post-operatorio possa in molti casi risultare ben più lungo e dato che starò in paesi in cui le condizioni igieniche e la purezza delle falde acquifere con cui lavarsi sono quantomeno discutibili volevo chiedere di posticipare l'intervento dopo il mio ritorno. Voi pensate che sia una scelta sensata?
Grazie per i consigli.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il tempo di recupero è rapido. Solo che i punti possono essere lenti a cadere, e se esiste anche solo una modesta complicanza, aggiustarla in quei lughi è problematico. Rimanderei a dopo.