Utente 425XXX
Buongiorno, volevo chiedere un consulto riguardo all'argomento sopra indicato. Il 13 settembre scorso, mentre giocavo a tennis e correvo all'indietro, sono involontariamente inciampato e caduto a polso teso. Dopo poche ore il medico di base ha escluso una frattura, anche se avevo parecchio dolore all'interno del polso, e ha suggerito di trattarlo solo con ghiaccio per 2-3 volte al giorno. Tuttavia, alla fine insieme a mio padre (ho 14 anni) abbiamo deciso di fare comunque i raggi per un eccesso di zelo. Il giorno successivo, dopo 7 ore di fila al pronto soccorso, ho eseguito l'rx e il radiologo mi ha spedito in ortopedia con la seguente diagnosi :"Frattura dello scafoide". L'ortopedico, dopo aver visionato il referto, era leggermente incerto riguardo alla presenza o meno della frattura; inizialmente infatti voleva trattarla con una semplice fasciatura con stecca sul pollice, ma alla fine ha deciso di procedere con l'ingessatura fino al gomito, pollice compreso, specificando che l'avrei dovuto tenere per circa un mese.
Dopo una settimana, ho effettuato l'rx di controllo, (con impegnativa dell'ortopedico) e il referto stabiliva che il gesso era ben messo e segnalava però una "infrazione dello scafoide". L'ortopedico (diverso dal primo) ha ribadito la necessità di portare il gesso per altre 3 settimane e ci ha detto di andare a rimuoverlo il prossimo 13 ottobre. Ora, vorrei chiedere:
_Se ci sarà, quanto durerà la fisioterapia/riabilitazione (non conosco bene la differenza) e in cosa consisterà?
_Quanto tempo dovrà passare prima che il polso riacquisti tutte le sue funzionalità e io possa ricominciare a fare sport?

_____________________________________________________________________________________________
Per problemi di compatibilità non ho il primo rx ma:
il secondo rx (21-9): http://www.mediafire.com/view/dy8nwy80dtms018/n2
http://www.mediafire.com/view/jp9o6q70199a92i/n2-2
http://www.mediafire.com/view/rrl297r3860r0v3/n2-3

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

sembra trattarsi di una frattura polare prossimale, più problematica nel consolidarsi rispetto alle altre.

Eviti assolutamente la prono-supinazione dell'avambraccio (rotazione) se il gesso non sale sopra al gomito.

Consiglio, inoltre, i campi magnetici pulsati domiciliari (almeno 6-8 ore al giorno per almeno 2 settimane), che favoriscono la riparazione tissutale e quindi il callo osseo.

Il recupero funzionale è in rapporto al tempo di immobilizzazione del polso; quest'ultimo, del resto, è in rapporto alla riparazione della frattura.

Prima si salda l'osso, prima potrà togliere il gesso e prima potrà iniziare la kinesiterapia (riabilitazione).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Innanzi tutto grazie per la preziosa risposta.
Volevo chiedere: Se dovesse andare tutto come previsto e mi togliessi il gesso tra una settimana esatta, quanto tempo ci vorrebbe per acquisire le funzionalità del polso e poter ricominciare a fare sport e ad usarlo come prima?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I tempi di recupero sono individuali; dipendono non solo dal tempo di immobilizzazione, ma anche da come e quanto si effettuano gli esercizi.

Non ci sono regole uguali per tutti.
[#4] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora per il consulto.
Il 14 ho tolto il gesso e non mi hanno ordinato delle sedute di riabilitazione, ma mi hanno consigliato solo di ricominciare da solo a muoverlo gradualmente e che in 15 giorni circa avrei potuto ricominciare a fare tutto, senza sforzarlo troppo, ovviamente. Ecco le prime lastre:
http://www.mediafire.com/view/dy8nwy80dtms018/n2
http://www.mediafire.com/view/jp9o6q70199a92i/n2-2
http://www.mediafire.com/view/rrl297r3860r0v3/n2-3



E le ultime del 14:
http://www.mediafire.com/view/eaj6waz6rfsoi5i/2
http://www.mediafire.com/view/n3bhz3omb2nzcm5/2-2
http://www.mediafire.com/view/vp52zw73b37612e/n2_3
http://www.mediafire.com/view/27xaiavldfkn3od/n2_4
L'ortopedico mi ha detto che non era molto chiaro dalle lastre, ma, dato che toccandomi il polso non sentivo dolore, ha escluso la guarigione non completa.
Quindi posso considerarmi "guarito"? E posso ricominciare da solo a usare il polso, come d'altronde mi hanno consigliato?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In effetti c'è un'immagine dubbia a livello dello scafoide carpale.

Andrebbe approfondita con una TAC o una RM.