Utente 306XXX
Gentili medici...vi scrivo per esporvi la fastidiosa sintomatologia che da quasi 4 giorni,con pausa di uno senza sintomi,mi sta preoccupando e che,anche leggendo le varie risposte da voi fornite ai vari utenti,avrei inquadrato quale la conseguenza di extrasistole.
Tutto è iniziato con una sensazione di "sfarfallio" o di "piccola botta"all'altezza dello sterno che si verifica soprattutto nella posizione da seduto e sdraiato a cadenza abbastanza frequente,a volte anche con cadenza di una 1 al minuto per parecchie ore, mentre quasi non la avverto in posizione eretta e in movimento.
Ho letto che le extrasistole modificherebberio il ritmo cardiaco( 60 battiti a riposo e 60/90 durante il giorno),ma nel mio caso,anche controllando il polso proprio nel momento in cui si verifica il suddetto"sfarfallio"o"piccola botta"il ritmo cardiaco rimane regolare se non fosse per una piccola mancanza proprio in quell'attimo,senza che si verifichi ripeto nessun rallentamento o accellerazione significativi.
Premetto che al momento non mi sta dando nessun problema fisico ad eccezione del fastidio per altro tollerabile e all'ansia e alla preoccupazione che mi sta dando questa condizione.Può essere pericoloso a lungo andare nell'eventualità si tratti di extrasistole?
Premetto che da 10 anni soffro di attacchi di panico e agorafobia,condizione che da 3 anni non mi permette di uscire di casa e quindi di recarmi in qual si dove per eventuali esami, e che mi costringere ad assumere quotidianamente benzodiazepine (frontal gocce)nella formula 8 gocce 3 volte al giorno da 10 anni cronicamente.CORDIALMENTE RINGRAZIO.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la descrizione dei sintomi che avverte fanno presupporre effettivamente ad extrasistoli, che sono battiti prematuri generalmente benigni. Visto che insorgono solo in determinate posizioni, non determinano particolari alterazioni del ritmo, nè particolari sintomi, ciò fa supporre che siano solo occasionali. Nel caso in cui tali sensazioni dovessero aumentare per frequenza e per durata, o comunque le fossero causa di eccessiva ansia, penso che i diversi centri cardiologici sul suo territorio potranno domiciliarmente apporle un Holter ECG (utile alla comprensione del fenomeno aritmico).
Saluti

[#2] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr.Martino,la ringrazio per la celerissima ed esaudiente risposta.Vorrei farle notare che,dopo più di una settimana senza sintomatologia,da ieri 17 Novembre,il disturbo si è ripresentanto nelle modalità medesime espresse nel mio post iniziale ed informarla che,contattato telefonicamente il mio medico curante e spiegatogli i sintomi,esso avrebbe ricondotto il tutto ad un disturbo nervoso e consigliato di aumentare il dosaggio di "Frontal"a 10 gocce x3 volte al giorno,invece delle attuali 8 gocce 2 volte al di.
Cosa ne pensa?Cordialmente ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Provi e staremo a vedere come va,in linea teorica potrebbe essere anche la giusta cura.
Auguri